James Rodriguez, scoppia il caos in Colombia! Incredibile proposta di Humberto de la Calle


Redazione
Varie
13 AGO 2019 ORE 20:53

Secondo quanto rivelato dalla trasmissione 'El Chiringuito TV', uno dei candidati alla presidenza della Colombia avrebbe invitato il popolo colombiano ad odiare Zidane.

La rottura tra James Rodriguez e Zinedine Zidane è ormai risaputa da tempo. Ma quello che è accaduto in Colombia ha davvero dell’incredibile. Secondo quanto rivelato dalla trasmissione sportiva spagnola ‘El Chiringuito TV’, uno dei candidati alla presidenza della Colombia avrebbe invitato, attraverso i suo profilo ufficiale Twitter, il popolo colombiano ad odiare Zinedine Zidane. La ragione? Semplice, il suo comportamento nei confronti del giocatore colombiano.

 

“Propongo un patto nazionale. Se siamo condannati ad odiare, allora mettiamoci d’accordo nell’odiare Zidane. Viva James”, queste le parole del candidato colombiano Humberto de la Calle, che propone ai propri elettori di unirsi in un patto contro l’allenatore francese. Il calciatore colombiano è il simbolo di un intero popolo e vederlo relegato ai margini della rosa del Real Madrid è un vero affronto per il popolo dei "cafeteros".

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
PRIMA PAGINA CORRIERE - Icardi ultimatum! Ancelotti ha fretta, De Laurentiis avvisa MauritoPRIMA PAGINA TUTTOSPORT - Juventus, a chi la dai questa maglia? Sanchez sì, Dybala noRAI - Se sfuma Icardi arriva Llorente! C'è l'accordo con il giocatore. Verdi bloccato da Ancelotti
GRAFICO RAI - Serie A, la griglia campionato. Napoli secondo. Atalanta quinta, il Milan è ottavoClaudia Garcia: "Campionato? Inter favorita, non credo che Sarri vincerà lo Scudetto. Il Napoli..."RAI - Icardi, colpo di scena! L'Inter ha l'accordo con il Monaco. Offerto ingaggio da 12 milioni
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.