Stai bloccando la pubblicità?
La pubblicità è il nostro unico mezzo di finanziamento: senza pubblicità non possiamo lavorare per produrre contenuti che tu puoi leggere GRATIS. Per favore, metti AreaNapoli.it in white-list. Ti ringraziamo in anticipo.

Criscitiello: "Buffon? Sarri diede del frocio a Mancini, lo dovevamo ammazzare? Oppure..."

Scritto da Redazione in Varie16 APR 2018 ORE 16:59

Il giornalista, nel suo editoriale, commenta le dichiarazioni del portierone della Juve che tanto hanno fatto discutere il calcio italiano.

Michele Criscitiello, nel suo editoriale su Tuttomercatoweb.com, torna sulle parole di Buffon nel post partita di Madrid: "Tema Juventus, anzi tema Buffon. Della Juve c'è poco da dire: due cose, forse. A Madrid abbiamo visto una squadra perfetta anche senza Dybala. E' un segnale. Benatia ha fatto un intervento scomposto ma non folle. Quel rigore si può dare ma, se dopo cinque giorni, ancora non siamo convinti del fallo significa che non era un fallo solare".

"Il mio pensiero? Quei rigori lì si danno solo se sei certo al 100%. Inoltre l'inadeguatezza dell'arbitro si capisce anche dalla non espulsione di Benatia. Era doppio giallo e andava espulso. Se proprio vogliamo dirla tutta. Buffon ha sbroccato. Sicuramente non è stato un esempio per i più giovani, neanche per chi crede nella Chiesa e per chi fa le offerte alla Caritas. Stiamo parlando, però, di un professionista che ha contribuito a farci vincere il Mondiale, di un portiere applaudito da sempre in tutti gli stadi italiani nonostante difendesse i pali dell'odiata Juve e di un calciatore che, in tanti anni di carriera, non ha mai fatto polemiche o sceneggiate".

"Buffon va assolto perché solo chi non vive il calcio da protagonista può fare il professore da dietro la cattedra e moralizzare Buffon. Guarda caso, gente come Gattuso, ha assolto il portiere. Se hai il sangue nelle vene e non sei un falso ipocrita qualche volta, a caldo, si può spegnere la centralina. E' successo a Buffon. Peggio era successo a Zidane. In questo calcio malato ci sono troppi moralizzatori e finti preti. Poi, però, sono i peggiori. Buffon non ha picchiato nessuno, non ha violentato bambini e non ha preso a calci l'arbitro. Ci è andato giù pesante nel dopo partita, certo, ha sbagliato ma ripeto che solo chi non vive le emozioni del calcio in prima persona non conosce le emozioni, negative o positive, che si provano nell'immediato post partita".

"Una cosa ha sbagliato Gigi. Doveva chiedere scusa due giorni dopo. Anche se non ci credeva, doveva farlo. Perché viviamo in un mondo di finti e doveva essere finto anche lui per convenienza. "Resto della mia idea ma chiedo scusa per aver usato quei toni per i tanti bambini che mi hanno ascoltato ai quali ho provocato un trauma sulla crescita. Meglio vedere la tv e farsi le canne, gente che si picchia e che si urla in faccia odio eterno". Una roba del genere avrebbe dovuto dire Buffon. Io mi sono messo, cinque minuti, nei panni di Buffon e un'intervista violenta, seppur sbagliata nei toni, la possiamo concedere ad un professionista che in 20 anni non l'ha mai fatta fuori dal vaso. Dovevamo denunciare Gattuso per la testata a Jordan, avremmo dovuto ammazzare Sarri che dà del frocio a Mancini, oppure gambizzare Tavecchio e le sue banane. L'elenco potrebbe essere molto lungo. Meglio chiuderla qui".

Ti potrebbe interessare
Ultimissime notizie