Allan shock, ladri nella sua casa a Pozzuoli. La reazione del giocatore: ha un sospetto!


Redazione
Varie
9 NOV 2019 ORE 13:32

Il calciatore brasiliano è molto spaventato da quanto avvenuto nella serata di ieri nella sua casa di Pozzuoli.

Furto in casa Allan, vi è stata una irruzione di alcuni maliventi all'intero della sua casa. Secondo quanto riferisce il sito Si Gonfia la Rete il calciatore brasiliano avrebbe saputo la notizia al termine dell’allenamento che aveva svolto insieme al resto dei compagni. Scosso e turbato, è tornato a casa, dove era già arrivata la polizia scientifica per effettuare i rilievi del caso. Il calciatore non se la sente di proseguire e sospetta di essere diventato bersaglio della tifoseria che lo considera il capo rivolta di martedì sera.

Ricordiamo che dopo Napoli-Salisburgo, Allan aveva avuto uno scontro dialettico con il vice presidente Edoardo De Laurentiis, il quale gli aveva ricordato che doveva andare in ritiro insieme alla squadra e lui gli aveva replicato che la notizia del ritiro non era mai arrivata al gruppo se non tramite le dichiarazioni del presidente a Radio Kiss Kiss. Per il calciatore brasiliano è davvero un momento molto delicato, la situazione intorno al Napoli si fa sempre più nebulosa.

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
Il Napoli di Ancelotti ha un problema mai riscontato prima, i numeri rivelano tutto: ecco cosa mancaManolas e l'infrazione, cercasi intesa con Koulibaly: inutile nascondere polvere sotto al tappeto
Foschi: "A Napoli succedono cose strane, ADL spacca tutto! Ancelotti taglierebbe la corda se potesse"Paola Ferrari: "Napoli, è eclatante ciò che è successo! Ronaldo, situazione non bella"
Da Roma: "De Laurentiis ha scelto l'allenatore del prossimo anno! Contatti con Inzaghi, fonte vera"Sentite Coppola: "Ancelotti ha parlato con Raiola, ma ADL gli ha messo il bastone tra le ruote"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.