Stai bloccando la pubblicità?
La pubblicità è il nostro unico mezzo di finanziamento: senza pubblicità non possiamo lavorare per produrre contenuti che tu puoi leggere GRATIS. Per favore, metti AreaNapoli.it in white-list. Ti ringraziamo in anticipo.

Scozzafava: "Sarri? Parole inaccettabili in consessi pubblici, ma c'è un altro episodio grave"

Scritto da Redazione in Rassegna Stampa13 MAR 2018 ORE 22:44

"Sarri è scivolato più volte su questo terreno nonostante il ruolo, alto, che gli viene riconosciuto. Come uomo e come allenatore di una squadra e di un club di vertice".

Nel suo editoriale per il Corriere del Mezzogiorno, la collega Monica Scozzafava è tornata sulla polemica Sarri-Improta: "Proviamo ad andare oltre il sessismo pur se il connubio donna e carina non è presupposto pregiudizievole per commentare o analizzare una partita di calcio. E poniamoci la domanda: Maurizio Sarri avrebbe evitato di mandare a quel paese anche un interlocutore uomo e carino altrettanto? Sì, ed è certificato da fatti e circostanze analoghe che si sono verificati in tre anni. La gravità della risposta data alla collega Titti Improta è sotto gli occhi di tutti, ma il tema di fondo è l’educazione. Certe espressioni tollerate in osteria, al bar e finanche nel cameratismo di uno spogliatoio di calcio, sono inaccettabili in consessi pubblici, in questo caso nella sala stampa di uno stadio, dove l’allenatore deve rispetto e risposte a professionisti, uomini o donne che siano. Sarri è scivolato più volte su questo terreno nonostante il ruolo, alto, che gli viene riconosciuto. Come uomo e come allenatore di una squadra e di un club di vertice. Si vince e si perde, anche nel calcio, non soltanto per prodezze ed errori sul campo di gioco. Certi livelli si raggiungono con lo spessore umano e professionale. Se Titti Improta fosse stata «bruttina» avrebbe finanche meritato il vaffa?".

Poi Monica Scozzafava evidenzia un altro episodio grave: "L’altra domanda è: anche in quel caso ci sarebbe stata l’ilarità dei colleghi? Le loro risate sono più sessiste dell’espressione ruspante e maleducata di Sarri".

 

Ti potrebbe interessare
Ultimissime notizie