Stai bloccando la pubblicità?
La pubblicità è il nostro unico mezzo di finanziamento: senza pubblicità non possiamo lavorare per produrre contenuti che tu puoi leggere GRATIS. Per favore, metti AreaNapoli.it in white-list. Ti ringraziamo in anticipo.

SKY - Per Insigne arriva la notizia più bella: sarà il capitano dell'Italia! Jorginho il faro

Scritto da Redazione in Nazionale3 GIU 2018 ORE 20:43

L'attaccante del Napoli ha accolto con grande gioia la decisione del neo Commissario Tecnico Roberto Mancini.

L’Italia si prepara ad affrontare un’altra delusa del calcio europeo, l’Olanda. Destino comune, quello recente delle due nazionali, che non hanno trovato la qualificazione ai Mondiali che stanno per cominciare in Russia. Dopo aver affrontato, dunque, due avversari che invece prenderanno parte alla manifestazione (Arabia Saudita e Francia), la Nazionale a Torino riceverà la selezione guidata da Koeman (ore 20:45). Sarà una squadra sperimentale, quella che scenderà in campo all’Allianz Stadium, in linea con quelle che sono le intenzioni di Roberto Mancini di conoscere al meglio gli elementi a disposizione.

Insigne capitano - Il modulo sarà un 4-3-3 che vedrà Perin tra i pali. Davanti al portiere, la linea difensiva sarà composta da Zappacosta, Rugani, Romagnoli e Criscito. Al centro del campo ci sarà Jorginho, con Cristante e Bonaventura ad agire da mezzali. Il tridente offensivo vedrà Belotti nel mezzo, con Insigne (che per la sua gioia sarà anche capitano) e Verdi ai lati dell’attaccante del Torino. I due esterni, peraltro, potrebbero ben presto diventare compagni di squadra, se dovesse concretizzarsi il passaggio di Verdi al Napoli.

Jorginho, faro e punto fermo - Mancini ha dimostrato interesse nello sperimentare diversi giocatori. Dopo le prime due partite, a cui si aggiunge la previsione della formazione per la terza uscita, l’unico insostituibile è Jorginho. Il regista del Napoli, che trovò la sua dimensione proprio nel 4-3-3 che Sarri studiò per gli azzurri, ha in mano anche il centrocampo della Nazionale. La propensione allo scambio veloce, con pochi tocchi e tanta precisione, lo ha reso subito indispensabile per il c.t. italiano e un oggetto del desiderio per Pep Guardiola. Lo riferisce Sky Sport.

Ti potrebbe interessare
Ultimissime notizie