Clamoroso Demiral: arriva di nuovo il saluto militare! La reazione di Bonucci e della Juventus


Redazione
Nazionale
14 OTT 2019 ORE 23:25

Merih Demiral, difensore della Juventus, è stato autore di una buona prestazione con la maglia della Turchia, ma il suo gesto fa discutere.

Una partita maiuscola, ma un gesto che rischia di vanificare l'intera prestazione. E' difficile parlare di calcio giocato, è impossibile raccontare la normalità di una gara quando tutto intorno si fa simbologia e propaganda. Lente d'ingrandimento inevitabile, questa sera, per la Turchia impegnata in Francia. In un certo senso, riflettori puntati, come si legge su ilbianconero.com, soprattutto su Merih Demiral, tra i più attivi del movimento pro Turchia. Alla fine, la partita si è inchiodata sull'1-1, lo juventino è stato tra i migliori in campo e... e c'è ancora parecchio materiale di cui parlare. 

MEZZO GESTO - E' arrivato nuovamente il saluto militare da parte della Turchia. Che prima di ripetersi con più vigore a fine gara, è stato inscenato proprio da Demiral esattamente dopo il gol di Ayhan. Anche nel finale, il centrale bianconero è apparso tra i più orgogliosi e convinti del gesto: la mimica del corpo non lasciava spazio a ulteriori interpretazioni. La reazione della Juventus? Bonucci si è limitato a sottolineare che calcio e politica non vanno mischiati. Il club bianconero ha deciso di non prendere alcuna iniziativa contro il suo calciatore.

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
Napoli, Allan a parte: ecco quando potrebbe rientrare in campo. Ultime su Manolas, Ghoulam e MilikGAZZETTA - Ibrahimovic ideale per il Napoli, Edo De Laurentiis non direbbe parole fuori posto davanti a lui
CDM - Napoli-Al-Thani, 560 milioni per il pacchetto azionario di maggioranza: la reazione di De LaurentiisAuricchio: "Napoli in vendita? Sento parlare di arabi e petrolieri russi. Vi dico la verità, De Laurentiis..."
Sparnelli rilancia: "Al-Thani voleva solo sponsorizzare il Napoli, poi ha virato su un altro club"Caiazza: "C'è qualcuno che vuole macchiare il volto di Napoli. Chi aveva amicizie "strane" è stato ceduto"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.