Risposta alla Treccani: "Non ce l'ho con Sarri, ma ce l'ho col Sarrismo e vi spiego perchè"

Redazione » Interviste14 SET 2018 ORE 16:13

Il giornalista napoletano ha commentato l'aggiunta della parola Sarrismo tra i nuovi vocaboli della lingua italiana.

La Treccani ha inserito la parola "Sarrismo" tra i nuovi neologismi della nostra lingua, a tal proposito, il giornalista di Identità Insorgenti, Antonio Guarino, scrive: "Non ce l'ho con Sarri, sia chiaro. D'altronde, come potrei mai avercela con chi, per la prima volta in 28 anni, ci ha concretamente portati ad un passo dal Sogno. Non ce l'ho con Sarri, dicevo. Ma ce l'ho col Sarrismo. Che, da filosofia di vita e di gioco a cui ispirarsi e con cui trovare sincero appagamento, si è gradualmente ed inesorabilmente trasformata in una moda come tante, da cui anche il primo stronzo che passa pensa di poter attingere per darsi un tono.

Ce l'ho col Sarrismo. Che ha manipolato menti, che ha spremuto corpi e inconsci, rendendo tante menti umane ancorate a ciò che, forse più di tutto, rende davvero immobili: il ricordo.

Ce l'ho col Sarrismo. Perché Giampaolo, che stava in Serie A prima ancora che Sarri arrivasse in C, non può mai e poi mai essere considerato un Sarrista.

Ce l'ho col Sarrismo, perché più Noi avremo difficoltà e incontreremo ostacoli, più verrà ricordato e celebrato.E perché qualcuno dei nostri, a cui hanno probabilmente bruciato i neuroni e annichilito le corde del cuore, dinanzi a tutto ciò potrà anche provare piacere".

Ti potrebbe interessare
Ultimissime notizie
TV LUNA - Formazione Napoli, Mertens non ci sarà! Sciolto il dubbio sul portiereWanda Nara riapre all'Inter: foto di Icardi in lacrime e con la maglia nerazzurraIl Milan batte l'Atalanta, Gattuso bravo in campo e fuori: risposta da fuoriclasse su Higuain!
Da Torino suonano l'allarme: "Mercato, la Juve può commettere una imperdonabile sciocchezza!"Lucarelli: "Mazzarri può fare un brutto scherzo al Napoli. Do un consiglio agli attaccanti del Torino"Boateng, che giornata: prima il debutto col Barca, poi la triste scoperta. Rubati gioielli per 300mila euro
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.