Luigi De Laurentiis: "Bari? Faremo i salti mortali per andare in B. Mercato? Osservati speciali..."

Redazione » Interviste11 GEN 2019 ORE 21:53

Il figlio del presidente del Napoli spiega: "I mugugni sulle ultime prove non mi preoccupano: sono nella natura umana, tutti ci definiscono una corazzata".

In occasione della presentazione del terzo sponsor di maglia, il presidente del Bari Luigi De Laurentiis parla del presente e del futuro del suo club. Si parte dal match contro la Turris: lo scontro diretto tra capolista e seconda (in calendario tra turni) si configura come snodo cruciale del torneo. "I nove punti di vantaggio - afferma De Laurentiis - sono un margine superiore a qualsiasi aspettativa. Non penso ora alla trasferta di Torre del Greco. L’Italia ci guarda perché siamo il Bari: dobbiamo giocare sempre come se affrontassimo una finale di Champions League. I mugugni sulle ultime prove non brillantissime non mi preoccupano: sono nella natura umana perché tutti ci definiscono una corazzata. Sono d’accordo con mister Cornacchini: l’obiettivo finale conta più di qualsiasi record. Tuttavia, non nego che mi piacerebbe concludere il torneo senza sconfitte. L’imbattibilità sarebbe la conferma del valore di uno straordinario gruppo sportivo, nonché un regalo ulteriore ai tifosi". 

A proposito di categorie, è sempre d’attualità il ripristino dei format della B (a 22 squadre) e della C (a 60): un reset che produrrà dei ripescaggi ed il conseguente sogno di un doppio salto fino in cadetteria, sebbene il regolamento vigente lo renda pressoché impossibile. "Sul piano imprenditoriale - conclude il presidente dei galletti - lo step by step resta l’approccio migliore per crescere perché in ogni stagione si possono porre le basi per quella successiva. Tuttavia - rassicura De Laurentiis - se si presentasse qualche opportunità, siamo strutturati per compiere persino i salti mortali".

Per tutti è tempo di mercato, ma il Bari, forte del suo primato nel girone I di serie D, può lavorare in prospettiva. Ieri è stato tesserato il 18enne laterale Giacomo Quagliata, prelevato dalla Pro Vercelli e già disponibile per la gara di domenica con la Sancataldese. Il riscatto di alcuni giovani (Enrico Piovanello su tutti) potrebbe rappresentare il programma delle prossime settimane di campagna trasferimenti. "Non svelo le strategie che abbiamo sugli under", spiega De Laurentiis. "Fin dall’inizio loro sono osservati speciali perché rappresentano la particolarità regolamentare di questo torneo: vanno tutelati al fine di farli lavorare serenamente". (lagazzettadelmezzogiorno.it)

Potrebbe interessarti
Ultimissime notizie
Chiariello: "Cederei Allan per 80 milioni e prenderei due calciatori: dove si firma?"Roma tra liti ed infortuni: due big salteranno la sfida col Napoli, brutta tegola per Ranieri"È lento, inadatto al calcio italiano". Sapete quanto costò Callejon al Napoli?
UFFICIALE - L'Albania ha esonerato Panucci! Sarà sostituito da un altro allenatore italianoPedullà: "Circolano notizie false su Sarri. De Laurentiis ha tempestato di telefonate..."IL MATTINO - Sospiro di sollievo per Ancelotti: Ospina sta meglio e sarà disponibile per la Roma
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.