Stai bloccando la pubblicità?
La pubblicità è il nostro unico mezzo di finanziamento: senza pubblicità non possiamo lavorare per produrre contenuti che tu puoi leggere GRATIS. Per favore, metti AreaNapoli.it in white-list. Ti ringraziamo in anticipo.

ESCLUSIVA - Camorani: "Marino mi voleva al Napoli, ecco perchè saltò tutto. Rifiuto Verdi? Forse..."

Scritto da Francesco Manno in Interviste21 FEB 2018 ORE 20:18

Ci sono calciatori che rifiutano Napoli ed altri, invece, che pur di vestire la maglia azzurra sarebbero disposti a tutto. Alfonso Camorani avrebbe fatto follie pur di approdare nel capoluogo campano.

Ci sono calciatori che rifiutano Napoli ed altri, invece, che pur di vestire la maglia azzurra sarebbero disposti a tutto. Alfonso Camorani avrebbe fatto follie pur di approdare nel capoluogo campano: "Io sono cresciuto nel settore giovanile dell'Avellino - ha confessato ad AreaNapoli.it - ma sono napoletano. Fui vicinissimo al ritorno nella mia terra. Pierpaolo Marino mi chiamò. Mi voleva a tutti i costi, ma io avevo appena firmato per il Lecce. In quell'anno c'erano i vari Fontana, Maggio e Savini. C'era un grande gruppo. Per la maglia del Napoli avrei rinunciato anche alla Serie A, era il mio sogno. Non avrei potuto dire di no a Pierpaolo Marino. Sia chiaro però: a Lecce sono stato benissimo, lì ho trovato un ottimo ambiente".

Eppure Simone Verdi ha detto di no al Napoli

"Una scelta che onestamente non capisco. Ha perso la possibilità di giocare in una grandissima squadra, una compagine in lotta per lo Scudetto, che va in Champions League ogni anno. Forse non era da Napoli oppure c'era un'altra squadra. Si è parlato dell'interesse di Inter e Juventus. Come si può rifiutare Napoli? Davvero non capisco. E non dico questo solo perché sono napoletano, ma perché parliamo di un grandissimo club. Simone Verdi ha fatto questa scelta, spero per lui che sia quella giusta. Resto col dubbio...".

Sei stato anche a Pescara. In quella compagine c'erano Verratti, Insigne ed Immobile

"Si, anche se poi feci la rescissione con il Pescara optando per la Casertana. Scelta sbagliata. Ebbi modo, tuttavia, di fare il ritiro con Verratti, Insigne e Immobile. Parliamo di tre calciatori straordinari. Insigne, fortunatamente, è tornato al Napoli. Immobile resta un rimpianto. Il Napoli avrebbe potuto acquistarlo per 8 milioni, ora ne vale 60, 70. Lo stesso Verratti fu vicino al Napoli, ora la sua quotazione sfiora i 100 milioni".

A gennaio è arrivato il solo Machach, svincolato dal Tolosa. Giusto così?

"Il Napoli quest'anno può vincere lo Scudetto, ma non sarà semplice. Io posso anche capire la scelta della società. Per rinforzare l'attuale organico avrebbe dovuto acquistare calciatori fortissimi, atleti con ingaggi da 4 milioni di euro. C'erano calciatori sul mercato più forti di quelli attuali? Avrebbero giocato? Io avrei preso Deulofeu. Assurdo, invece, spendere 30 milioni per un calciatore come Politano. Certe quotazioni sono fuori mercato".

In Europa League il Napoli sarà chiamato a fare un'impresa in Germania, contro il Lipsia

"Questa è una cosa che mi fa male. Io me la prendo con chi ha giocato poco e poteva fare di più. E non parlo solo dell'Europa League, ma anche della Coppa Italia. Le riserve hanno dimostrato di non essere all'altezza dei titolari dando ragione, di fatto, a Maurizio Sarri che, giustamente, si affida in campionato ai calciatori migliori. Peccato: il Napoli avrebbe potuto fare strada nelle coppe. Sarebbe stata una bella occasione per le seconde linee, per dimostrare il loro valore".

Come giudichi la gestione De Laurentiis?

"Il presidente va rispettato perché ha preso il Napoli dalla C portandolo ad alti livelli. La sua gestione, tuttavia, non mi convince pienamente. Penso soprattutto al settore giovanile. Atalanta, Empoli e Pescara sono società all'avanguardia sotto questo aspetto. Il Napoli è indietro. I grandi talenti campani non possono finire nei club del Nord, occorre una inversione di tendenza. Mi viene in mente, tra gli altri, Ciano, un calciatore che avrebbe potuto essere utile anche al Napoli".

Il Napoli intanto ha preso Milic

"Non gioca da tempo, avrà bisogno di tempo per tornare in forma. Non so poi se possa tornare utile al Napoli. Sarri sta facendo cose egregie, il suo gioco è spettacolare. Ho visto le gare di Champions League e ti dico che neanche il Real Madrid e il Psg giocano come il Napoli. Forse solo il City di Guardiola può essere paragonabile ai campani. Sarri è un maestro, ma diamo merito anche ai suoi calciatori. Il mister disponde di una rosa importante".

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

"Ora gioca nel Saviano. Vorrei restare estare nel mondo del calcio. Ho una scuola calcio nel casertano. Mi piacerebbe lavorare con i giovani, spero che a breve si possa muovere qualcosa".

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA

Ti potrebbe interessare
Ultimissime notizie