Stai bloccando la pubblicità?
La pubblicità è il nostro unico mezzo di finanziamento: senza pubblicità non possiamo lavorare per produrre contenuti che tu puoi leggere GRATIS. Per favore, metti AreaNapoli.it in white-list. Ti ringraziamo in anticipo.

ESCLUSIVA - Buonomo: "Reina al Milan? No, preferirebbe un'altra squadra. Leno e Perin..."

Scritto da Francesco Manno in Interviste1 MAR 2018 ORE 18:24

Gaetano Buonomo, decano dei giornalisti campani, ha rilasciato alcune dichiarazioni in esclusiva alla nostra redazione.

Il Napoli, dopo la bella vittoria alla Sardegna Arena, tornerà in campo sabato prossimo nel difficile match di campionato contro la Roma di Eusebio Di Francesco. Per parlare del momento degli azzurri e non solo la redazione di AreaNapoli.it ha contattato un noto volto dello sport campano, Gaetano Buonomo. Il giornalista conduce ogni settimana "ItaliamiaSport Live", trasmissione in onda su Italiamia che vede la presenza in co-conduzione di Monica Pignataro e si avvale della preziosa collaborazione di Antonio Madonna.

Il Napoli sembra avere puntato tutto sul campionato. Condividi tale scelta?

"La parentesi Europa League è stata particolare. La prima in casa contro il Lipsia non è stata giocata. Nel match in Germania, invece, il Napoli ha dimostrato che avrebbe potuto competere fino alla fine per la vittoria della completizione. I calciatori del Napoli, tuttavia, avevano in mente lo Scudetto. A Cagliari gli uomini di Sarri hanno disputato una prestazione divina. Il gioco è stato spettacolare. Lo stesso Lopez, tecnico del Cagliari, alla fine della partita, ha riconosciuto la forza del Napoli. Gli azzurri avrebbero potuto lottare per entrambi gli obiettivi. I calciatori hanno seguito la voltà dei tifosi. Napoli-Lipsia era per pochi intimi. Poi contro la Spal, nonostante il freddo, c'erano tantissime persone. I giocatori recepiscono i messaggi dei tifosi e si sono in qualche modo adeguati".

Il Napoli - al momento - ha quattro punti di vantaggio sulla Juventus. Credi possa essere un vantaggio psicologico?

"Non credo. La Juventus è abituata a giocare determinate partite. Il Napoli deve fare la sua corsa. Si può arrivare a quota 100 punti, un record. Mancano 12 partite al termine della stagione. Sarri ha detto che basterebbe vincerne 11 e pareggiare quella di Torino contro la Juventus. Quella contro i bianconeri sarà una sfida cruciale".

Ti faccio la domanda più ricorrente in questi giorni: se il Napoli non vincesse il titolo la stagione sarebbe da considerarsi "fallimentare"?

"Non userei questo termine, ma vincere sarebbe fondamentale. Senza Scudetto passerebbe l'euforia della bellezza. Il Napoli ha lasciato per strada Coppa Italia, Champions ed Europa League. In trasmissione, però, abbiamo parlato anche di miracolo. Senza il Napoli sarebbe stato un campionato triste, scontato. Stesso discorso da fare per la Juventus. Senza i bianconeri, il Napoli starebbe già festeggiando la conquista del titolo. Oggi dico con vanità: il Napoli avrebbe vinto lo Scudetto con 20 giornate di anticipo".

Brutto parlare di singoli, ma Allan merita una menzione speciale 

"Il brasiliano sta diventando sempre più importante per il Napoli. Matura settimana dopo settimana ed è uno degli insostituibili. Però vorrei citare anche altri azzurri. Mario Rui sta dimostrando tutto il suo valore, si è inserito alla perfezione nei perfetti meccanismi di Sarri. Ha ottimi piedi, si veda il goal su punizione contro il Cagliari. Quando si lavora con Sarri, si può maturare e crescere. Lo stesso Zielinski sta facendo bene ed è destinato a crescere ulteriormente".

Leno sarà il nuovo portiere del Napoli?

"Parliamo di un portiere di statura internazionale. Ti confesso, però, che ho un rimpianto".

Quale?

"Ho un rammarico. Szczęsny poteva fare comodo al Napoli. Peccato che non sia approdato alla corte di Maurizio Sarri".

Reina sembra destinato al Milan...

"Non sono così sicuro. Io penso che preferirebbe andare da Benitez al Newcastle. Al Milan potrebbe fare il secondo di Donnarumma e non so quanto questa ipotesi possa stuzzicarlo. Sul portiere non disdegnerei Perin che mi piace molto. Credo che l'attuale estremo difensore del Genoa sia forte almeno quanto Leno".

Il futuro di Sarri dipenderà anche dalla conquista o meno dello Scudetto?

"Io credo che potrebbero cambiare un po' di cose. Alcuni top player, in caso di successo, potrebbero accettare la corte dei top club. Il pubblico non li contesterebbe dopo la conquista di un trofeo così importante. Credo che un calciatore come Koulibaly possa essere un vero uomo mercato".

Lunedì, intanto, tornerai in onsa con ItaliamiaSport Live

"Si, commenteremo i risultati della giornata numero 27 di Serie A. Tra gli ospiti ci sarai anche tu. Saremo in onda dopo Napoli-Roma con la speranza che questo weekend possa riservarci delle belle sorprese".

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA

Ti potrebbe interessare
Ultimissime notizie