Chiariello: "Parole ADL condivisibili, ma Mertens è un simbolo: non puoi prenderlo a parolacce!"


Redazione
Interviste
21 OTT 2019 ORE 00:21

Il giornalista e conduttore di Canale 21 ha espresso alcune interessanti considerazioni sul momento vissuto dal club partenopeo.

Umberto Chiariello, conduttore delle trasmissioni calcistiche di Radio Punto Nuovo, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Campania Sport, trasmissione di approfondimento sui temi caldi in casa partenopea e non solo, in onda sulle frequenze di Canale 21. Queste le sue considerazioni: "Le dichiarazioni di Aurelio De Laurentiis, nella sostanza, sono condivisibili. Ci ha messo la faccia, come deve fare un presidente nei momenti difficili, per appoggiare l'allenatore e non sfiduciare l'ambiente. Il patron ha bacchettato i giocatori che hanno avuto da ridire col mister, risultando anche dolce con Lorenzo Insigne, mentre è stato più aspro e duro con Dries Mertens e José Callejon".

Chiariello ha poi aggiunto: "Parliamo di due calciatori che ti hanno dato l'anima e ancora oggi sono sempre pronti, reattivi e affidabili. Sono entrati nella storia del club. Mertens rischia di diventare un simbolo, il bomber di tutti i tempi; non puoi trattarlo così o prenderlo a parolacce parlando di tre anni di 'merda', se va in Cina, e parlare di 'marchette'. Anche gli attacchi alla stampa sono brutti, perchP non si può dire che i giornali non li legge più nessuno. Ma stiamo scherzando?! Se vuoi rispetto, devi dare rispetto. Se ti lamenti, giustamente, di non essere amato come vorresti, come puoi non renderti conto di essere anche tu causa di tutto questo?", ha concluso il giornalista.

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
Napoli, Allan a parte: ecco quando potrebbe rientrare in campo. Ultime su Manolas, Ghoulam e MilikGAZZETTA - Ibrahimovic ideale per il Napoli, Edo De Laurentiis non direbbe parole fuori posto davanti a lui
CDM - Napoli-Al-Thani, 560 milioni per il pacchetto azionario di maggioranza: la reazione di De LaurentiisAuricchio: "Napoli in vendita? Sento parlare di arabi e petrolieri russi. Vi dico la verità, De Laurentiis..."
Sparnelli rilancia: "Al-Thani voleva solo sponsorizzare il Napoli, poi ha virato su un altro club"Caiazza: "C'è qualcuno che vuole macchiare il volto di Napoli. Chi aveva amicizie "strane" è stato ceduto"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.