Alvino: "Il Napoli ha detto "no" a due proposte diverse da 80 e 95 milioni. Nessun club italiano..."

Redazione » Interviste11 GEN 2019 ORE 19:32

Il noto giornalista spiega: "De Laurentiis non ha bisogno di cedere calciatori per far restare in piedi il suo club, se avesse avuto Alisson, non l'avrebbe ceduto".

Nel corso di Radio Goal, programma di Radio Kiss Kiss Napoli, è intervenuto Carlo Alvino il quale ha parlato di mercato: "Allan? Il club partenopeo sa di avere uno dei centrocampisti più forti d'Europa che piace a diverse società importanti. Per meno di 100 milioni De Laurentiis non risponderebbe neanche al telefono perchè non c'è bisogno di vendere per mantenersi in piedi. Si vende solo a offerte indecenti e a causa di forti mal di pancia dei calciatori. In presenza di queste componenti, allora il Napoli avrebbe già in pugno l'erede del brasiliano, ovvero Barella. Ma bisogna vedere anche il discorso del Fair play finanziario in relazione al PSG".

Poi Alvino ha aggiunto: "Se il Napoli vende Allan a 100 milioni e prende Barella, che ha 22 anni, a 50 milioni, mi sembra evidente che fa un grande acquisto in prospettiva futura. Al momento però non è possibile paragonare i due calciatori. Faccio i complimenti al Napoli che non cede alle varie offerte inferiori ai 100 milioni. Non c'è club in Italia che può rifiutare 80 milioni per un centrocampista o 95 per un difensore centrale, parlo di Koulibaly. Se il Napoli avesse avuto Allisson l'anno scorso, non l'avrebbe ceduto".

Potrebbe interessarti
Ultimissime notizie
RADIO CRC - Mercato, cessioni per 200 milioni! Insigne al Barcellona? In uscita altri tre bigChiariello: "Cederei Allan per 80 milioni e prenderei due calciatori: dove si firma?"Roma tra liti ed infortuni: due big salteranno la sfida col Napoli, brutta tegola per Ranieri
"È lento, inadatto al calcio italiano". Sapete quanto costò Callejon al Napoli?UFFICIALE - L'Albania ha esonerato Panucci! Sarà sostituito da un altro allenatore italianoPedullà: "Circolano notizie false su Sarri. De Laurentiis ha tempestato di telefonate..."
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.