"Meglio una freccia in petto che nel cu..": così l'Atletico Madrid sfida la Juventus in Champions


Redazione
Coppe
10 SET 2019 ORE 18:39

Manca sempre meno all'attesissimo match di Champions League tra l'Atletico Madrid e la Juventus di Sarri e la tensione sta salendo.

Otto giorni al remake dell'anno scorso di Champions League tra Atletico Madrid e la Juventus, l'adrenalina e l'energia nell'aria già si cominciano a percepire. Sono i protagonisti i primi a sentire la tensione, ansiosi di confrontarsi. Sponda colchoneros il 'Mono' Burgos, come riporta l'edizione on line del Correre dello Sport, il bodyguard del 'Cholo' Simeone nonché suo viceallenatore, ha già suonato la carica in vista della sfida ai bianconeri dell'8 settembre con un lungo post su Instagram che ben spiega la voglia dell'Atletico di fare bene sin da subito nel cammino europeo. 

Ecco il messaggio di Burgos: "Questo è il nostro primo giorno di lavoro della settimana durante la quale ci prepareremo per le due finali che avremo a breve: contro la Real Sociedad (4ª giornata della Liga) e contro la Juventus (inizio della Champions League)". Inizia così il post pubblicato da German Burgos su Instagram nel quale spiega per filo e per segno lo spirito che dovrà avere l'Atletico in campo. Una frase su tutte spicca però tra le tante parole: "Preferisco morire con una freccia nel petto piuttosto che con una nel cu**. Bisogna dare la vita per i propri compagni e portarli al successo".

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
Napoli-Fiorentina, pagelle: Luperto, Callejon e Fabian: che disastro! Allan scappa via, Demme ci provaPRIMA PAGINA TUTTOSPORT - Napoli ko e fischi! Disastro Mazzarri, Juventus nel nome di Pietruzzu
Gattuso: "Meritiamo i pomodori! Quale gioco, non c'è voglia: giocherà chi ha veleno! Multe? Basta alibi"PRIMA PAGINA CORRIERE - Incubo senza fine! Il Napoli affonda. Gattuso: "Squadra subito in ritiro"
Napoli-Lazio, possibile presenza dei gruppi organizzati martedì al San Paolo! L'annuncio di AlvinoPaoletti: "Gattuso accusa tutti, De Laurentiis deve dimettersi: mezza squadra lo vuole retrocesso"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.