Il caso Insigne c'è, ma perchè nessuno evidenzia le parole di Ancelotti tra Champions e Campionato?


Luca Cirillo
Coppe
3 OTT 2019 ORE 20:51

Il rapporto tra mister e capitano non è dei migliori, ma ingigantire il "caso" non è nè giusto nè corretto sul versante della fredda cronaca.

Inutile nascondere la polvere sotto al tappeto, il caso Insigne nel Napoli c'è e nasce soprattutto dal rapporto che il capitano della squadra ha con Carlo Ancelotti il quale, a detta del calciatore, lo utilizza in un ruolo, ovvero l'esterno alto di centrocampo, che non valorizza le sue qualità tecniche. I due hanno anche litigato sul finire della scorsa stagione e, a gettare benzina sul fuoco, ci fu anche il padre di Lorenzo con battute fuori luogo (smentite, ma confermate dai presenti) nei confronti del mister durante le partite. A Dimaro la pace dopo le stoccate di De Laurentiis all'attaccante di Frattamaggiore richiamato all'ordine e alle responsabilità di capitano.

Lo stesso presidente svelò tempo fa la richiesta di Insigne di essere ceduto. Tuttavia Raiola non ha portato offerte interessanti per il folletto azzurro e così è rimasto a Napoli. Detto questo, perchè nessuno evidenzia tutta la frase di Ancelotti preferendo fermarsi a "l'ho visto poco brillante in settimana"? Il mister ha anche aggiunto: "Così lo tengo fresco per Torino". E poi, dopo la vittoria entusiasmante contro il Liverpool al San Paolo, Ancelotti disse: "Sono arrivati calciatori importanti, con caratteristiche diverse, che migliorano la rosa. Ora si tratta di assemblarli. Non è facile perché queste gare i calciatori vogliono giocarle tutti. Tra l'altro c'è questa regola dei sette calciatori in panchina che è brutta, è brutto mandare calciatori in tribuna". Le parole di Ancelotti tra campionato e Champions non cancellano il caso Insigne, che c'è, ma non è il "caso" di esagerare visto che il mister intende considerare tutti sullo stesso livello. Serve onestà intellettuale e dunque è impossibile pretendere che tutti vogliano ricostruire tutta la vicenda in ogni suo aspetto dialettico e pratico: è più facile parlare di "caso".

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
PRIMA PAGINA CORRIERE - Insigne contro il genio Messi, la sfida di Lorenzo: sogna di battere il BarcaPRIMA PAGINA TUTTOSPORT - Juve-Inter a porte chiuse? Si attende decisione per la sfida scudetto
Chiariello: "Ce l'ho a morte con Ancelotti! Debiti con la bocca e impresona, avete visto l'Atalanta?"Criscitiello: "Serie A chiusa, Brescia-Napoli più sicura di Inter-Sampdoria? Così si falsa tutto! Gattuso..."
"E' inaccettabile!", Ancelotti deluso. Il tecnico si sfoga dopo la sconfitta contro l'ArsenalDe Canio: "Napoli-Barcellona, prevedo la formazione di Gattuso. Su Allan vado controcorrente"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.