L'assurda teoria di Salvini sulla decisione del Napoli: i deficienti razzisti vanno fermati!

Luca Cirillo » Campionato10 GEN 2019 ORE 16:29

Ci sono gli strumenti e le leggi per fermare razzisti e violenti. Le parole del vice-Premier sanno tanto di disimpegno rispetto al grave problema.

"Noi ci fermeremo al primo coro di discriminazione territoriale e al primo buu razzista. Le regole sono queste e vanno rispettate". Il Napoli ha fatto la voce grossa dopo gli ululati razzisti a San Siro contro Koulibaly con Mazzoleni che non ha fermato la partita. La squadra di Carlo Ancelotti è pronta a fermarsi se dovessero esserci nuovamente episodi simili e bene fa ad annunciare la ferma decisione. Matteo Salvini, Ministro degli Interni, ha risposto ai partenopei con una teoria assurda

Il leader della Lega, ai microfoni di Radio 24 nel corso del programma 24Mattino, ha detto: "Il Napoli non fa bene a fermarsi in caso di cori razzisti, perché lascia uno sport bello come il calcio in mano a pochi violenti e pochi deficienti. Fa bene un campione come Seedorf a dire: se c'è un coro sbagliato, se ci sono fischi contro un bianco, un nero, un giallo, un verde, la risposta non deve essere la chiusura ma devono essere gli applausi del 99% dei tifosi per bene".

Salvini farebbe bene a verificare meglio i dati: i deficienti in uno stadio non rappresentano l'1% ma molto di più e sono la spia di un problema sociale non di poco conto. Il punto è che lo Stato non dovrebbe lasciare gli stadi nemmeno in mano ad un deficiente solo. Ci sono gli strumenti e le leggi per fermare razzisti e violenti. Le parole del vice-Premier sanno tanto di disimpegno rispetto al problema. Ancelotti vada avanti per la sua strada e se dovesse essere necessario, il Napoli farà bene a fermarsi. Ma non ci stupiamo delle parole di Salvini visti i suoi precedenti: anche lui qualche anno fa lanciò un coro contro i napoletani. 

Potrebbe interessarti
Ultimissime notizie
PRIMA PAGINA TUTTOSPORT - Allarme Ronaldo, Juve in ansia. Il ruggito di AgnelliMercato, Ancelotti dà un indizio. Akè, Lozano e altri due nomi nel mirino di De LaurentiisPRIMA PAGINA CORRIERE - Raiola su Insigne: "C'è tempo...". Ancelotti: "Voglio restare più di 8 anni"
Santini: "Offerta shock per Koulibaly: per me è stato venduto. Ancelotti vuole un calciatore fortissimo"Infortunio Ronaldo, il calciatore: "Conosco bene il mio corpo: vi dico quando tornerò in campo"Maradona: "Leggete i nomi di questi folli: come si può dire che non avevo rivali?"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.