FOTO - Renica: "Napoli-Lecce, questa immagine non si può vedere". Tifosi scatenati sui social


Redazione
Campionato
12 FEB 2020 ORE 15:57

L'ex calciatore del Napoli ha pubblicato sulla sua bacheca una immagine significativa relativa alla punizione calciata da Mancosu del Lecce.

"Questa non si può vedere". L'ex calciatore del Napoli, Alessandro Renica, attraverso la sua bacheca di facebook, ha commentato l'episodio del calcio di punizione dal quale è nato il gol di Mancosu del Lecce al San Paolo nel corso del match contro la squadra di Gattuso. Al momento della battuta si vede la barriera degli azzurri aperta e con Ospina che posizionato male. I tifosi, scatenati sui social, hanno evidenziato che il pallone è passato proprio dove si è aperto il varco.

Mancosu ha trovato la traiettoria giusta, forte e potente, ma anche i calciatori del Napoli hanno tante responsabilità. Perchè Ospina ha sistemato la barriera in quel modo? Perchè ha concesso più soluzioni all'avversario posizionandosi male? Perchè gli uomini in barriera non sono rimasti fermi fino al momento della battuta? Tutti quesiti a cui bisognerà dare una risposta e che evidenziano la poca attenzione da parte della squadra.

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
Gattuso: "Rinnovo col Napoli? Ho giurato di non dire nulla dopo quanto accaduto. Mertens fenomeno..."Gattuso torna a parlare di Allan: "Mi porto avanti con il lavoro: so che ha ricevuto offerte importanti, ma..."
Napoli, distorsione al ginocchio per Hysaj. L'albanese rischia un lungo stop: i dettagliCagliari-Napoli, Mertens è decisivo. Iannicelli: "C'è una cosa che non mi è piaciuta"
PAGELLE MEDIASET - Cagliari-Napoli, colpo da biliardo di Mertens! Bene Demme, un solo insufficienteCagliari, Joao Pedro: "Impensabile fare i risultati del girone d'andata, Napoli forte! Ai tifosi dico..."
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.