L'Atalanta ha numeri migliori della Juve, Zapata sui livelli di Messi. Che rimpianto per il Napoli!


Redazione
Calciomercato
9 OTT 2019 ORE 14:47

Numeri da record, numeri da grande Atalanta: difficile chiamarlo miracolo, questa è una realtà. Che sta venendo fuori anche a livello europeo.

L'Atalanta targata Percassi, meravigliosamente allenata da Gasperini, è ormai una realtà consolidata del calcio italiano. In Champions ancora zoppica ma è appena alla prima esperienza. In Italia, invece numeri da record. La società si autofinanzia ogni estate attraverso la cessione dei pezzi pregiati che vengono fuori grazie ad un collettivo straordinario che esalta anche i singoli. Uno scenario super, per esempio, per un attaccante come Duvan Zapata - scrive Distaso su calciomercato.com - rimasto a Bergamo per completare quel processo di maturazione che lo ha portato a issarsi in vetta alla classifica dei cannonieri con 6 centri nelle prime 7 giornate. L'ultimo giocatore nerazzurro a viaggiare su queste medie è stato un certo Filippo Inzaghi, che nella stagione 1996/97 concluse col titolo di miglior bomber della Serie A e si guadagnò il trasferimento alla Juventus.

Il centravanti colombiano è ad oggi anche uno dei migliori goleador a livello europeo nell'anno solare, con 19 realizzazioni: davanti a lui solo campionissimi affermati come Sergio Aguero (20), il terzetto formato da Messi, Benzema e Mbappé (21) e il numero 9 del Bayern Monaco Robert Lewandowski, a quota 23. Se Zapata continuerà a segnare con questa regolarità, sarà complicato stavolta per l'Atalanta e per lo stesso giocatore resistere alla tentazione di misurarsi in contesti più competitivi. E se l'ex di Napoli (che rimpianto!), Udinese e Samp oggi può ambire legittimamente a determinati palcoscenici, lo deve a una squadra che da gennaio ad oggi si è convertita in una vera e propria macchina da gol: sono complessivamente 56, di cui 18 in questo primo scorcio di campionato, come non avveniva dal lontanissimo 1949/50. Merito anche di una manovra che porta la formazione di Gasperini a calciare nello specchio delle porte avversarie come nessuna in Italia e lasciandosi alle spalle diversi top club in Europa. Una media di 7 conclusioni per gara, alle spalle solamente di Liverpool e Manchester City (7,04) e del Bayern Monaco (8,04).

Una produzione offensiva che ha consentito di incamerare nell'anno solare più punti addirittura della Juventus dominatrice in Italia, 57 contro 56. Con una media, 2,19 a partita, inferiore solo ad autentiche corazzate come Barcellona (2,28), Bayern Monaco (2,33) e il duo inglese Liverpool-Manchester City (2,58). Limitatamente al campionato iniziato da poco, nel quale il saldo è già di 10 punti in più rispetto allo stesso periodo della scorsa stagione, sono state collezionate ben 5 vittorie su 7 giornate, miglior partenza in assoluto nell'era dei 3 punti e rendimento pari soltanto al torneo del 1961/62. 

Potrebbe interessarti
 
Ultimissime notizie
SKY o DAZN? Ecco dove sarà visibile Napoli-Verona, la programmazione completaLuca Toni: "Ribery devastante, da Balotelli vogliamo i fatti. Il mio giudizio sul Napoli di Ancelotti"
Foti: "Godo nel vedere Di Lorenzo a Napoli!". Poi rivela: "Faceva fatica a trovare un contratto..."Renica: "Insigne deve adeguarsi ad Ancelotti e non il contrario! Inizio disastroso: il motivo"
Pistocchi: "Clamoroso, Saoud Al Thani pronto ad acquistare un club italiano! C'è il primo indizio"Altamura: "Rapporto ADL-Ancelotti tra il cinque e il sei! Futuro del mister, gira una clamorosa voce"
Questo sito usa cookie di prime e terze parti a fini statistici, tecnici e, previo tuo consenso, di profilazione, per proporti pubblicità in linea coi tuoi interessi. Leggi le informative sulla privacy e sui cookie. Cliccando "OK" o scrollando la pagina accetti l'uso dei cookie e la nostra privacy policy.