Stai bloccando la pubblicità?
La pubblicità è il nostro unico mezzo di finanziamento: senza pubblicità non possiamo lavorare per produrre contenuti che tu puoi leggere GRATIS. Per favore, metti AreaNapoli.it in white-list. Ti ringraziamo in anticipo.

GAZZAMERCATO - Da Praet e Mertens, tutti pazzi per la clausola. Zielinski stuzzica Sarri

Scritto da Redazione in Calciomercato14 GIU 2018 ORE 12:19

In A c'è anche chi quando sente parlare di clausola trema. Come il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis.

Affare o azzardo. La clausola rescissoria va sempre più di moda in Serie A anche se a volte rappresenta un rischio per i club. Lo sa bene la Sampdoria, che ha ceduto il suo gioiellino Torreira all’Arsenal per 30 milioni (5 in più rispetto al valore segnato sul contratto). Ferrero è un vero esperto di clausole: nel caso di Schick (con un prezzo fissato di 25 milioni) ha ceduto la sua punta alla Roma per ben 42 milioni e come con Toreira è riuscito a incassare più della cifra stabilita. Il prossimo che può lasciare Genova è Praet, appena un club deciderà di pagare almeno i 26 milioni previsti nell’accordo fra il giocatore e la Samp. Nel caso del club genovese, però, la clausola non è stata solo delizia. L’ex Muriel, infatti, è stato ceduto al Siviglia per 20 milioni più il 20% sulla futura rivendita, 8 milioni in meno rispetto al prezzo previsto a contratto per l’attaccante colombiano. Lo riporta gazzamercato.it.

CLAUSOLE LOW COST - In A c’è anche chi quando sente parlare di clausola trema. Come il presidente del Napoli De Laurentiis che, dopo il caso Higuain, ha deciso di apporre nei nuovi contratti dei giocatori azzurri prezzi solo per l’estero. E se la clausola di Mertens vale appena 28 milioni, rendendolo oggetto del desiderio di molti club di Premier, è ancor più bassa quella di Callejon (sarebbe ferma a 23 milioni). Sugli stessi standard economici, intorno ai 30 milioni, il prezzo valido per il gioiello dalla Roma Lorenzo Pellegrini, che in casa giallorossa assicurano non sia in procinto di dire addio ma piace a tante big italiane e non. A 32 milioni (diminuita di ben 13 milioni da giugno 2018) si attesta invece quella di Strootman, che tenta l’Inter.

PREZZI PAZZI - Quando il giocatore vale, anche la clausola non può essere da meno. Diktat in casa Inter, che per Icardi ha fissato l’asticella del prezzo a 110 milioni solo per i club esteri, ma non mette del tutto al sicuro i nerazzurri dallo scippo. Con le voci di rinnovo che si susseguono per l’attaccante argentino, nel prossimo accordo la clausola potrebbe lievitare fino a oltre 150 milioni (o essere definitivamente eliminata). A 100 milioni si attesta il prezzo del Gallo Belotti, al riparo da un addio al Toro per mano della clausola, dopo una stagione di alti e bassi. Elevata pure la cifra per acquistare Piotr Zielinski del Napoli: 65 milioni, che però potrebbero stuzzicare Sarri qualora dovesse approdare alla guida del Chelsea. In fondo, dal passaggio di Neymar al Psg per 222 milioni nessuna clausola è sinonimo di certezza.

Ti potrebbe interessare
Ultimissime notizie