Cm.com - Il Napoli di Sarri come nel "Trono di Spade": tutte le casate contro i Lannister!

Scritto da Redazione in Varie17 LUG 2017 ORE 15:18

Gruppi di ascolto, feste a tema organizzate in tutta italia, persone davanti al divano di casa, davanti ai maxischermi, perfino dentro a castelli riattrezzati per l'occasione e vestiti, nonostante il caldo, con abiti medievali. Questa notte tornerà in diretta la settima stagione di Game of Thrones, una delle serie tv più viste di sempre che ha creato una vastissima fan base e con veri e proprio momenti di idolatria apparsi in ogni parte del mondo. Il primo trailer pubblicato su Youtube della nuova stagione ha raggiunto 33milioni di visualizzazioni e sul racconto del trailer abbiamo provato ad ipotizzare una Serie A in stile Game Of Thrones.

TUTTI CONTRO LA JUVE, HOUSE LANNISTER - In palio nella serie tv c'è ovviamente il trono di spade e il controllo dei sette regni. Per la Serie A quel trono rappresenta lo scudetto, il titolo di campione d'Italia detenuto oggi dalla Juventus. Come la casata dei Lannister, dopo anni di controllo assoluto del trono grazie a matrimoni, innesti, sotterfugi e alleanze più o meno rispettate, la Juventus ha dominato in lungo e in largo nel campionato italiano. La dinastia dei Lannister, tuttavia, è arrivata ad un punto di svolta: "Nemici da est, da nord, da ovest e da sud" (recita Cersei nel trailer ndr.) tutti sono pronti a contendere ai Lannister il dominio su i sette regni. Riuscirà la Juventus a difendersi dagli assalti di Roma, Napoli, Milan e Inter?

MILAN, HOUSE TARGARYEN - Prima della rivolta di Re Robert Baratheon (il cui regno, durante la prima stagione, era finanziato proprio dai Lannister) la casata dei Targaryen è stata l'ultima a sedersi sul trono di spade. Sono i pretendenti più accreditati al trono poichè, dopo essere stati perseguitati e ridotti all'esilio, grazie alla passione di Daenerys e dei suoi draghi stanno finalmente marciando verso Approdo del Re. I draghi, simbolo della Cina, non possono che rappresentare la potenza di fuoco messa in campo dal nuovo Milan. Fassone e Mirabelli hanno acquistato un nuovo esercito (Conti, Rodriguez, Musacchio, Calhanoglu...) come fatto da Daenerys con gli Immacolati. Ma Daenerys ha scelto anche di portare al proprio fianco Tyrion Lannister, fratello odiato da Cersei e Jamie Lannister che ha tradito la sua casata per un bene superiore. Proprio come fatto da Leonardo Bonucci, che dopo 6 anni di Juventus, ha scelto i colori rossoneri per trovare nuove opportunità. Ma c'è di più, l'ultimo regno dei Targaryen finì con il tradimento, alle spalle, (oltre la linea di porta) di Jamie Lannister che trafisse Aerys Targaryen, vi ricorda qualcosa? ​

NAPOLI, I WHITE WALKERS - Sono l'armata più temuta da tutta il regno poichè in passato, quando arrivarono a seminare il panico in tutto il regno, il periodo di gelo durò per oltre una generazione. Un periodo ormai lontano raccontato nelle leggende e tramandato di generazione in generazione come accade a Napoli per la grande squadra di re Maradona. Quando furono sconfitti fu eretto un muro (la barriera) per proteggere il regno dalla loro discesa ma dall'inizio della serie il loro ritorno non solo è stato annunciato, ma è temuto da tutte le casate del nord. Proprio come gli estranei il Napoli sono 5 stagioni che è atteso nella lotta per il titolo. Il presidente De Laurentiis continua a rinforzare la rosa, ha cambiato condottiero da Benitez a Sarri e ora, con l'armata della passata stagione confermata al 100%, è finalmente pronta a lottare per lo scudetto a pieno diritto. Supereranno la barriera?

INTER, HOUSE STARK - Sono una delle casate storiche dei sette regni e all'inizio della serie, giocavano un ruolo importante nel controllo dei sette regni, proprio come l'Inter per la Serie A. In costante attrito con i Lannister hanno però perso nel corso delle stagioni tutti i propri leader. Prima il suo re e capostipite Ned Stark, poi la moglie Catelyn e il primogenito Robb e anche il figlio Rickon. Come gli Stark dal 2011 ad oggi anche l'Inter ha visto uscire di scena tanti dei suoi uomini simbolo. Il presidente Massimo Moratti, costretto a cedere la mano a Erick Thohir, poi l'addio al calcio dei vari Zanetti, Cambiasso, Samuel e Milito e infine l'ennesimo passaggio di consegne societarie che ha visto anche l'uscita dalla società di tutti gli uomini di Moratti rimasti. Uno dei figli rimasti, il "bastardo" John Snow grazie all'allenza con le popolazioni esiliate oltre la barriera, è riuscito a riconquistare, non senza fatica la leadership sul regno, ma per sconfiggere gli alleati dei Lannister ha dovuto chiedere aiuto alla casata Arryn, finita sotto il controllo della sorella Sansa. Proprio come John Snow, Thohir si è convinto ad accettare l'alleanza e ora i fondi portati da Suning e sebbene la lotta per il titolo sembri ancora lontana, l'Inter si sta riattrezzando per conquistare e mantenere un posto in Champions League.

ROMA, HOUSE MARTELL e TYRELL - La casata dei Martell è una delle più antiche e storiche dei sette regni. Ha avuto a lungo un ruolo importante nella lotta per il trono ma spesso si è rifugiata nelle proprie terre, al sud, limitandosi a stringere alleanze per mantenere il proprio potere. Come i Martell anche la ricchissima casata Tyrell si è spesso affidata a matrimoni e alleanze per conquistare potere, ma raramente si è avvicinata al trono come negli ultimi anni. I Tyrell sono sempre stati accanto ai Lannister negli ultimi anni di regno, arrivando anche a consegnargli un pezzo pregiato (Pjanic) in cambio di influenza e potere. Ora però, con la morte dei suoi nipoti più giovani, la regnante Olenna ha studiato un nuovo piano per ricostruire il potere della propria casata. Come i Tyrell si legheranno ai Martell nel corso di questa stagione, la Roma ha scelto un nuovo direttore sportivo, Monchi (arriva da Siviglia località in cui sono state girate le scene della casa Martell, non a caso), e sebbene abbia perso pedine importanti come Salah o Rudiger, sta mettendo in piedi un mercato fatto di colpi di grande prospettiva, alcuni anche estremamente esotici come il neo-acquisto Under. Non è detto, inoltre, che altre alleanze possano essere strette durante l'anno. Un nuovo esercito, differente da quello degli ultimi anni e con un nuovo condottiero. Che sia la volta buona per sovrastare il dominio della Juve?

Fonte: calciomercato.com