"Che bello giocare a San Siro". La storia di Bonucci è nota, forse abbiamo sbagliato tutti!

Scritto da Francesco Manno in Varie16 LUG 2017 ORE 09:33

In questi ultimi giorni ha fatto molto discutere il passaggio di Leonardo Bonucci dalla Juventus al Milan. In molti vedevano il difensore come il simbolo dei bianconeri. Ma è davvero così? Bonucci ha esordito in Serie A con la più acerrima nemica della Juventus: l'Inter. Il 14 maggio 2006, infatti, Roberto Mancini, tecnico della prima squadra, lo fece esordire in Serie A, facendolo subentrare al 90' a Solari nella sfida dell'ultima giornata di campionato a San Siro contro il Cagliari (2-2). Questo fu il commento di Bonucci: "Pochi minuti ma emozionanti, ogni palla che arrivava erano brividi. Che bello giocare a San Siro". Da ragazzo, per sua stessa ammissione, il difensore tifava Inter. Ora, dopo il ciclo vincente alla Juventus, passa al Milan. Insomma: non è che ci siamo sbagliati tutti? Bonucci è solo un grande calciatore, non la bandiera di una determinata squadra. Ha esordito in A con l'Inter, è passato alla Juve per vincere, ora cercherà di fare bene al Milan. Insomma: è un professionista, non un calciatore innamorato di una sola maglia. Le bandiere sono altre...

Potrebbe interessarti anche...
Notizie da SKY Sport
Seguici su Facebook per commentare le notizie