Che attacco a Sarri: "Metta da parte la faccia sconsolata, di Mourinho ce n'è uno!"

Scritto da Redazione in Varie14 MAR 2018 ORE 12:00

Tancredi Palmeri, giornalista, nel suo editoriale su Tuttomercatoweb.com, si sofferma sull'allenatore del Napoli, evidenziando i suoi modi di fare.

Tancredi Palmeri, giornalista, nel suo editoriale su Tuttomercatoweb.com, si sofferma sull'allenatore del Napoli, evidenziando: "Di Mourinho ce n'è uno, come lui non c'è nessuno (e vale anche al'indomani forse della sua notte più disgraziata in carriera) . E' saggio tenerlo sempre in mente ogni qualvolta qualcuno sia tentato dall'ormai stucchevole cliché del "faccio come Mourinho, distolgo l'attenzione".

Sono stati pochissimi i momenti di difficoltà del Napoli quest'anno, e sottolineati solo perché di fronte c'è una Juve a ritmi straordinari. Ma in quei pochi momenti, abbiamo sempre sentito Sarri lamentarsi dell'impossibilità del Napoli non all'altezza finanziariamente della Juventus. La premessa di ogni discorso di Maurizio Sarri in situazione di crisi è: "Del resto la Juve ha una rosa di molto più forte, possiamo solo provarci". Premessa doverosa e condivisibile, davvero nessuno può negare che la Juventus sia l'unica squadra che può mettere in campo due formazioni di titolari. E di conseguenza nessuno può evitare di applaudire quanto la scienza calcistica di Sarri stia moltiplicando le forze del Napoli. Ma dire che Sarri si lamenti sistematicamente così come fa Mourinho, per schermare la squadra dalle critiche, è una scempiaggine.

L'effetto è ormai controproducente: a che serve che Maurizio Sarri lo ricordi a ogni difficoltà?

Questo è il momento in cui si serrano le fila per quel che rimane del campionato. Non ha più senso parlare del gioco, dell'Olanda del 74 etc. C'è un momento in cui il carattere devi dartelo. E a che serve che Maurizio Sarri continui a trovare una scusante a prescindere per i suoi giocatori?

Non rischia di demotivare la squadra, il cui bel gioco ormai ha una colonna sonora di sottofondo: "Tanto anche se va male, non dovevamo mica vincere"? Insomma, è proprio sicuro Maurizio Sarri che in questa maniera il Napoli si caricherà per il rush finale?

E' l'ultimo stadio che manca a Sarri per entrare nel novero dei vincenti, a prescindere dal vincere o no. Ed è quello stadio che da quest'anno possiede totalmente Allegri. Forse la sua Juve non aveva mai giocato così male, eppure Allegri si sta adattando a tutte le situazioni, prendendo di petto anche il suo ambiente quando mugugna per i risultati in Champions. Certo, anche lui non è scevro dal ricordare che in Europa ci sono ben altri budget. Eppure si ferma un attimo prima che questo diventi una scusante per i propri giocatori. Forse Sarri deve ritrovare un po' di freschezza, e mettere da parte la faccia sconsolata".

Ti potrebbe interessare
Ultimissime notizie
La pubblicità è il nostro unico mezzo di finanziamento: senza pubblicità non possiamo lavorare per produrre contenuti che tu puoi leggere GRATIS. Per favore, metti AreaNapoli.it in white-list. Ti ringraziamo in anticipo.