La "profezia" di Sconcerti: "Vi dico cosa farà il Napoli. Fenomeni non se ne vedono..."

Scritto da Redazione in Rassegna Stampa6 DIC 2017 ORE 11:59

Il noto giornalista ed opinionista di Rai Sport, Mario Sconcerti ha detto la sua sulle squadre di Serie A nel consueto editoriale per il quotidiano Il Corriere della Sera. "Juve e Roma passano bene il turno a gironi, come secondo me farà anche il Napoli oggi. Il risultato attuale è già comunque importante. Molto forte il risultato della Roma che finisce prima nel girone più complesso della Champions. Ottimo anche quello della Juve appesantita da un grande avversario come il Barcellona. La Roma sta giocando quasi nascosta. Nessuno la considera veramente ed è un errore. La Roma ha grandi giocatori medi, quasi il massimo in un' epoca in cui mancano i fuoriclasse. Di Francesco ha portato uno schema a metà strada tra Sacchi e il calcio all' italiana, difficile da comprendere in fretta. Attacca in sette e si difende in otto, calcio dispersivo, ma trovando gli interpreti giusti molto promettente. In campionato la Roma si è avvalsa di sette partite senza scontri diretti in una stagione in cui contano solo quelli".

"Con Inter e Napoli ha perso, ma il tempo è passato, la squadra è cresciuta. Trovarla davanti al Chelsea e all' Atletico è davvero una sorpresa. Manca qualcosa per la grande squadra, ma ormai l' Europa è avara, fenomeni non se ne vedono, tutti si assomigliano. Questo tra parentesi giustifica anche le spese del Milan. Puoi avere i soldi che vuoi, ma giocatori che diano al volo la differenza non ci sono. La Juventus ha fatto la sua partita, quasi si poteva non vederla e sapere già come sarebbe andata, nel gioco e nel risultato. La diversità della Juve sta nel peso che porta, ha tanta massa, che nell' universo significa energia, forza pura. Le manca brillantezza, è il risultato di avere grandi individualità europee. I singoli difficilmente si trovano fra loro, non sarebbero più singoli.