Juventus, Mandzukic: "Minacce Bonucci ad Alves? Ecco la mia verità"

Scritto da Redazione in Rassegna Stampa16 LUG 2017 ORE 11:19

Per i tifosi della Juventus non c'è tregua. Dopo la sconfitta in finale di Champions League e la cessione di Bonucci, adesso arriva anche la "fake news" del racconto di Mario Mandzukic su quanto successo nello spogliatoio di Cardiff prima del secondo tempo contro il Real Madrid. Un post su Facebook che ingigantendosi è diventata una notizia ripresa dai maggiori siti di informazione sportiva. Lo stesso croato è dovuto intervenire sui social per calmare le acque. Ecco quanto si legge sul suo account Facebook: "Mi stanno attribuendo parole che non ho MAI detto riguardo a Dani e Leo. La gente che mi conosce sa che non sono il tipo che parla alle spalle. Se devo dire qualcosa la dico in faccia e di sicuro queste non sono MIE parole. Tranquilli ragazzi e' un fake". Il primo episodio del quale si fa riferimento nel "finto" racconto di Mario Mandzukic di quanto accaduto nello spogliatoio della Juventus in finale di Champions League, è la rissa sfiorata tra Bonucci e Dani Alves. "Come ogni volta Dani Alves appena entrato negli spogliatoi ha acceso le casse spaccandoci i timpani con la sua Samba, Bonucci è andato da lui dicendogli che gli avrebbe spezzato le gambe se non avesse spento subito quella musica e Alves gli ha risposto che se anche avesse perso la finale lui sarebbe tornato a casa avendo vinto 3 Champions League, mentre Bonucci con nessuna - il racconto di Mandzukic continuerebbe con l'intervento di Allegri - Bonucci ha preso per il collo Dani Alves, è quindi arrivato Allegri a separarli e, da vero leader, ha preso una decisione: "Non mi interessa chi ha iniziato - avrebbe detto Allegri - ma a fine stagione ve ne andate entrambi". E' stata la decisione più saggia mai presa - avrebbe affermato Mandzukic durante il suo racconto - Adesso il gruppo è tornato unito e sereno senza la irritabilità di Bonucci e il solito brasiliano rompiscatole di Dani Alves che non ci lasciava mai cambiare in pace".

Potrebbe interessarti
Seguici su Facebook per commentare le notizie