IL MATTINO - De Laurentiis farebbe follie per Chiesa, Sarri invece...

Scritto da Redazione in Rassegna Stampa17 APR 2018 ORE 08:57

L'edizione odierna del quotidiano Il Mattino ha analizzato il momento del Napoli e il futuro di Maurizio Srri.

Per rinnovare il suo contratto col Napoli, Maurizio Sarri chiede delle risposte e pone domande a De Laurentiis. E la prima delle domande è questa: se dovesse partire qualcuno dei big (per esempio i vari Koulibaly, Mertens, Callejon o Albiol) il patron pensa di fronteggiare con innesti giovani, di prospettiva oppure con altri big, già pronti per il suo gioco? Sarri sarebbe felice se qui arrivassero top player la prossima estate. Evidentemente i nomi sul tavolo del prossimo Napoli non devono piacergli molto.

Per esempio Sarri, a sorpresa, non farebbe follie per Chiesa. Al contrario di De Laurentiis. Sarri davvero è convinto che il club debba fare una serie di passi in avanti: non gli piace, dunque, l’idea di un mercato di basso profilo, e non lo convince l’asticella degli ingaggi che ritiene troppo bassa per il salto di qualità e per recuperare il gap con la Juventus e per essere competitivi anche in Champions come De Laurentiis si augura. A Sarri non convince neppure il piano di crescita della società, che non prevede eccessivi investimenti sul centro tecnico di Castel Volturno e sul settore giovanile. Al prossimo summit tra De Laurentiis e Sarri che difficilmente si terrà subito dopo il big match con i bianconeri, ci dovrà per forza essere una fumata: bianca o nera. E De Laurentiis avrà due assi nella manica per dimostrare che il futuro del Napoli è roseo: ieri era a Castel Volturno, con l'head of operation Alessandro Formisano, per un sopralluogo ai terreni di gioco del centro sportivo. A maggio inizieranno i lavori di ampliamento della struttura: nuovi campi e tutti rifatti. E lavori anche negli uffici e nella palestre al coperto. Sul mercato difficile che il patron azzurro rivoluzioni la sua politica: vuole giocatori giovani e di prospettiva, come Milik, Zielinski, Hysaj. E il tetto agli ingaggi è un dogma inviolabile. Ora tra le due posizioni occorre trovare una convergenza: perche' Sarri a Napoli resterebbe ancora. E volentieri.

Consigliati per te...
Ultimissime notizie