SKY - Buffon: "Io non ci vado!". Ventura nel panico, la chat e Insigne: tutta la verità sul flop Italia

Scritto da Redazione in Nazionale20 NOV 2017 ORE 00:26

Attraverso la voce di Alessandro Alciato, inviato al seguito della Nazionale, la redazione di Sky Sport ha svelato i retroscena di quanto successo all'Italia. "Ventura voleva sapere chi fossero le spie che parlavano agli altri della sua formazione. C'era una chat in cui si parlava della formazione, alcune cose sono uscite fuori e tutto ciò ha mandato al manicomio il CT. L'impressione dei calciatori è che si badasse troppo a queste cose. Soprattutto, dopo la sconfitta dell'andata con la Svezia, si è verificato un episodio. Ventura ha letto i giornali, ha visto che era uscita fuori l'esatta formazione di cui aveva parlato nella chat e, mettendo in grande imbarazzo il suo staff, ha detto: 'Svelatemi chi fa la spia!'. Qualcuno non voleva rispondere, qualcuno si è inventato un nome a caso... A margine della gara con la Macedonia, invece, si è svolta una riunione dei giocatori senza il mister. La loro sensazione era che la situazione fosse disperata. Quanto successo dopo la riunione, poi, è stato ritenuto molto grave. Sono nate tante voci, qualcuno ha iniziato a raccontare che i giocatori volessero fare loro la formazione e spingessero per Insigne, ma non era vero. Ventura è andato nel panico, come dicono i giocatori, e ha chiesto a Buffon di rilasciare una dichiarazione dicendo che non si era parlato di formazione nella riunione. Buffon avrebbe ribattuto: 'Non vado spontaneamente a dire queste cose, sarebbe peggio. Se mi fanno domanda diretta, allora rispondo'. Il concetto reale di cui si è parlato è: 'Qui meglio che ci pensiamo noi, forse c'è qualche problema in panchina'. Dopo la sconfitta, i senatori non hanno gradito certe affermazioni. Alla riunione tecnica successiva, avvenuta dopo un mese, Ventura ha sbottato: 'Bravi bravi, se volete fate voi gli allenatori', ricordando quanto accaduto un mese prima. Molti calciatori hanno definito quel momento il più surreale. Molti giocatori non erano convinti che la mattina dopo Ventura sarebbe rimasto CT: c'era la paura che volesse dimettersi sul pullman prima della gara di ritorno con la Svezia".