La reazione di Insigne diventa simbolo. Battibecco De Rossi. Buffon e l'orgoglio senza "like"

Scritto da Redazione in Nazionale14 NOV 2017 ORE 22:52

La redazione di Eurosport dedica un ampio focus alla disfatta dell'Italia nel doppio scontro con la Svezia valido per la qualificazione a Russa 2018. Eccone un estratto: "Il battibecco di De Rossi. Un gladiatore che non capisce, simbolo di una totale mancanza di fiducia in chi dovrebbe guidare ma non ha nè qualità nè carisma per farlo, ormai vittima degli eventi. Ventura poteva essere più fortunato nei sorteggi e nei rimpalli, ma rimane un tecnico che in carriera ha vinto un campionato di C1 nel '96, quando lanciarono il Nintendo 64. L'incredulità di Lorenzo Insigne. Il talento dimenticato lì, snobbato. Simbolo di quanto un approccio ottuso sappia diventare addirittura cieco di fronte alle difficoltà. Ci diranno che non stava bene, ma lo zombie di Belotti all'andata era perfetto: ancora fumo negli occhi. E poi non è oggi nè ieri, è da troppo tempo un 3-5-2 insensato che scimmiotta la memoria di Conte – senza la grinta di Conte – dimenticando i valori del campionato. Follia. Le lacrime di Buffon, le lacrime di tutti. Le lacrime di un capitano che ha visto l'Italia cambiare: vincere e perdersi, lottare e imborghesirsi, diventare l'ombra di sè stessa in nome di una transizione che ha centrifugato talenti e speranze. È il triste simbolo di qualcosa che non c'è più: l'orgoglio di meritarsi una maglia a prescindere dai like".

Potrebbe interessarti
Seguici su Facebook per commentare le notizie