Tirelli: "Napoli, non mollare. Vedo del vittimismo, che fanno parte di una storia, di una cultura"

Scritto da Francesco Ragosta in Interviste13 MAR 2018 ORE 23:36

Il mental coach Stefano Tirelli ha parlato e analizzato il momento psicologico che sta attraversando il Napoli dopo il pari contro l'Inter.

Nel corso della trasmissione "Tutti Convocati", in onda su Radio 24, è intervenuto Stefano Tirelli, noto mental coach e personal trainer che ha parlato tra le altre cose del Napoli e del momento psicologico che sta attraversando.

"Grande affetto per Napoli ma in questo momento si sta enfatizzando un difetto tipico napoletano, non credere fino in fondo all'obiettivo. Vedo del vittimismo, che fanno parte di una storia, di una cultura. Sono arrabbiato perchè vedo che il Napoli sta lasciando andare qualcosa che può ancora raggiungere. Il leader, che nel Napoli è Sarri, dovrebbe essere l'ultimo ad alzare la bandiera bianca, c'è l'obbligo di lottare fino all'ultimo secondo. Se fossi il mental coach della squadra direi a tutti di non mollare, che può succedere di tutto, che è un campionato super equilibrato. La forza della Juve è la società, non cercano mai l'alibi nella comunicazione. Questo lo differenzia dal Napoli".

Ti potrebbe interessare
Ultimissime notizie
La pubblicità è il nostro unico mezzo di finanziamento: senza pubblicità non possiamo lavorare per produrre contenuti che tu puoi leggere GRATIS. Per favore, metti AreaNapoli.it in white-list. Ti ringraziamo in anticipo.