Suma all'attacco: "E' arrivato un nuovo Mandredonia, un Cordova all'incontrario, che ipocrita!"

Scritto da Redazione in Interviste12 AGO 2017 ORE 16:43

Mauro Suma, giornalista vicino alle vicende di casa Milan, si scaglia contro Kolarov nel suo editoriale su tuttomercatoweb.com: "Aleksandar Kolarov, un Franco Cordova all'incontrario. Un nuovo Lionello Manfredonia. Ma senza ipocrisie. Gli hanno chiesto del rito dell'esultanza alla rovescia. Che è quell'esercizio un po' ipocrita di chi fa gol e si pente, essendo ancora legato ai suoi vecchi colori. Lo inaugurò Oliver Bierhoff, per non far arrabbiare i suoi tifosi friulani dopo il suo passaggio al Milan. Kolarov però è stato diretto e schietto. Certo che esulto, come fecero Ganz e Ronaldo con la maglia del Milan. In un derby non si può aprire il libro Cuore. Il derby è riffa, lotta selvaggia, zona franca. I tifosi laziali lo fischierannno, ci sta. Ma per essere coerente con la scelta della Roma, lui dovrà subire e accettare tutto. Esultando, in caso di gol nel derby, per la sua nuova squadra, non contro la sua ex squadra. Se Kolarov inizia a preoccuparsi delle reazioni dei laziali, non potrà mai iniziare una nuova avventura professionale con i romanisti. Il suo se segno esulto fa titolo, ma dovrebbe essere la normalità. In un derby vale tutto. Soprattutto il colpo basso dell'ex".