Iannicelli scrive al Soviet Sarrista: "Ho criticato Sarri, ma la diversità è una ricchezza"

Scritto da Redazione in Interviste16 MAG 2018 ORE 23:02

Peppe Ianncelli ha scritto un messaggio al gruppo Soviet Sarrista. Il giornalista ha spiegato il motivo delle sue critiche.

Il giornalista di Canale 21 Peppe Ianncelli ha scritto un messaggio al gruppo Soviet Sarrista, noto per la sua vicinanza a Maurizio Sarri. "Una cosa ci tengo a precisare. Il Soviet Sarrista può legittimamente procedere alla mia espulsione. Capisco che la devozione illimitata al Comandante imponga simili provvedimenti stanti le mie critiche a Sarri. Poteva scapparci una deportazione in un Gulag siberiano".

"Non farò autocritica chè ritengo fondate le mie obiezioni ma sottolineo di non aver mai violato le regole della netiquette e di essermi sempre tenuto lontano da contumelie, minacce, insulti di stampa etnico, razziale, omofobico e territoriale. Buona vita a tutti restando contro ogni totalitarismo: la diversità è una ricchezza, l'omologazione una tragedia", ha riferito Iannicelli.

Ti potrebbe interessare
Ultimissime notizie
La pubblicità è il nostro unico mezzo di finanziamento: senza pubblicità non possiamo lavorare per produrre contenuti che tu puoi leggere GRATIS. Per favore, metti AreaNapoli.it in white-list. Ti ringraziamo in anticipo.