Esposito ad AreaNapoli: "Milan, contattato l'entourage di Sarri. ADL ha in mente il sostituto"

Scritto da Francesco Manno in Interviste7 OTT 2017 ORE 11:00

La Serie A si ferma per un turno al fine di lasciare spazio agli impegni della Nazionale di Gian Piero Ventura. Dopo sette giornate, è tempo di fare dei primi parzialissimi, bilanci. Il Napoli guida la classifica con 21 punti e, dopo il passo falso in Ucraina contro lo Shaktar, si è prontamente riscattato in Champions League battendo agevolmente il Feyenoord per 3-1. Per parlare di questo e di tanto altro la redazione di AreaNapoli.it ha contattato Paolo Esposito, conduttore di "Area di rigore", trasmissione in onda su "Paradise Tv".

Quanto c'è di vero nelle voci che vorrebbero Maurizio Sarri lontano da Napoli nella prossima stagione?

"Fassone, dirigente del Milan, ha contattato l'entourage di Sarri per sondare la volontà del tecnico azzurro di approdare in rossonero. Il Milan sarebbe disposto a pagare anche la clausola di 8 milioni prevista nel contratto del trainer partenopeo. Il Milan non è contento del lavoro di Montella e vorrebbe un tecnico capace di dare spettacolo".

Sarri accetterebbe l'offerta del Milan?

"Sono discorsi prematuri da fare, al momento. Bisognerà capire se Sarri vorrà rimettersi in gioco. C'è anche da dire, tuttavia, che parliamo di un club, quello rossonero, molto prestigioso. Sarri è tuttavia molto attratto anche dalla Premier League".

Se Sarri andasse via, cosa farebbe De Laurentiis? Chi potrebbe sostituire l'ex mister dell'Empoli?

"A De Laurentiis piace molto Marco Giampaolo della Sampdoria. Lo segue fin da quando allenava il Cagliari. Pratica un gioco simile a quello proposto da Sarri. Con lui ci sarebbe una sorta di continuità. Il calcio di Giampaolo, per molti aspetti, è simile a quello di Maurizio Sarri".

Dalle notizie che ci giungono, pare che tutti i giocatori del Napoli abbiano "siglato" un tacito patto tra loro: hanno deciso di restare perchè convinti di vincere qualcosa di importante. Se ciò non dovesse accadere, ci sarebbe un fuggi fuggi generale, così come ipotizzato da qualcuno?

"Io non credo che i migliori lascerebbero il Napoli. Lo stesso Mertens è un grande giocatore, ma il prossimo anno avrà 31 anni e una clausola vicina ai 30 milioni. Il Napoli ora deve concentrarsi su questa stagione e tentare di vincere lo Scudetto. Io continuo a vedere la Juventus davanti a tutti. E non capisco perchè i bianconeri si lamentino del Var".

Sei favorevole, quindi, alla nuova tecnologia?

"Dicono che faccia perdere tempo, ma non credo sia un problema se poi si riesce a ristabilire la verità. Il Var è un passo in avanti importante per rendere il calcio più pulito. E come ha detto giustamente De Laurentiis, sapendo che c'è il supporto tecnologico gli arbitri fischiano meno, e poi lo stop fa riprendere fiato e riordinare le idee a calciatori e tecnici".

Facciamo un primo bilancio della stagione del Napoli

"Il giudizio è positivissimo, ma il Napoli, tra le squadre più toste, ha incontrato solo la Lazio. Ritengo sia opportuno aspettare le due prossime sfide contro Roma ed Inter. Saranno dei test probanti che ci diranno qualcosa di più sull'effettivo valore della compagine di Maurizio Sarri".

Il Napoli sfiderà Roma e Manchester City in trasferta e l'Inter in casa. Quale di queste tre partite temi di più?

"Sicuramente Roma-Napoli. La Roma è una squadra che dà fastidio nonostante abbia perso grandi calciatori come Salah. Gioca bene, deve recuperare ancora una partita e insieme a Juventus e Napoli è la squadra più forte del campionato. Credo che l'Inter, tra qualche giornata, possa essere ridimensionata. Ha vinto diverse partite in modo fortunato".

Quale è stata la sorpresa di questo inizio di stagione?

"La Roma. Goca un bel calcio ed è pronta a lottare per il titolo. Di Francesco, poi, ha dimostrato di poter allenare anche un club importante come quello capitolino".

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA

Potrebbe interessarti anche...
Ultime da SKY Sport
Seguici su Facebook per commentare le notizie