ESCLUSIVA - Zoff: "La mia su Juventus-Napoli. ADL, che acquisto! Arbitri? Ho sentito la polemica..."

Scritto da Francesco Manno in Interviste1 MAR 2017 ORE 19:39

Non avrebbe mai voluto lasciare Napoli anche perchè in Campania stava benissimo. "Io e mia moglie eravamo perfettamente integrati in città. I tifosi mi volevano bene, ma qualcuno ha ritenuto opportuno cedermi alla Juventus". Parole queste pronunciate dal grande Dino Zoff. Difese la porta del Napoli per 143 incontri. Le disputò praticamente tutte: dalla gara di debutto, in casa, il 24 settembre 1967, Napoli-Atalanta (1-0), prima giornata del campionato 1967-1968 alla sconfitta a Milano del 12 marzo 1972 contro l'Inter (0-2), ventunesima giornata del campionato 1971-1972. Nella stagione 1970-1971, in cui Zoff non concesse peraltro alcuna rete nelle prime sei giornate, il Napoli incassò solo 18 gol in 30 partite, il portiere riusci a mantenere la porta azzurra inviolata per 590 minuti consecutivi. Dino Zoff ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di AreaNapoli.it.

Lei a Napoli subiva pochissimi goal, ieri gli azzurri ne hanno presi tre dalla Juventus

"Io ho visto una buona gara da parte di entrambe le squadre. Si sono affrontate a viso aperto. Credo sia stato uno spettacolo molto godibile anche per chi, magari, non parteggiava per nessuna delle due squadre".

Dove si è decisa la gara?

"Io direi che nel primo tempo il confronto è stato molto equilibrato, poi la Juventus, nella seconda frazione di gioco, ha accelerato ed è riuscita a portare a casa il risultato".

In casa Napoli ci sono state molte polemiche sull'arbitraggio

"Si, ho sentito. Sono sincero, non mi piace parlare di arbitri. Evito di fare commenti, preferisco soffermarmi su quanto si è visto in campo".

Parliamo allora delle sorprese positive. Come valuta la prestazione di Marko Rog?

"Mi è piaciuto tantissimo. Si tratta di un giovanissimo e non era facile giocare con tanta personalità in uno stadio così caldo ed importante come quello bianconero. Lo promuovo, ritengo che il Napoli abbia fatto bene ad investire su di lui".

Il Napoli è uscito sconfitto sia al Bernabeu che allo Juventus Stadium. Ora la compagine di Sarri deve pensare solo al campionato?

"Assolutamente no, sarebbe un errore madornale. Io credo che il Napoli possa giocarsela contro il Real Madrid. Conosco il pubblico del San Paolo, nulla è perduto. Discorso simile per la gara contro la Juventus. Bisogna crederci sempre!".

Sabato prossimo ci sarà Roma-Napoli, un'altra gara importantissima per gli azzurri

"Sarà una bella gara tra due delle realtà più importanti del campionato italiano di Serie A. Il Napoli deve lasciarsi alle spalle la sconfitta di Torino e cercare di tornare a casa con un risultato positivo. Ha tutti i mezzi per farcela".

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA

Potrebbe interessarti anche...
Ultime da SKY Sport
Seguici su Facebook per commentare le notizie