ESCLUSIVA - Valeria, la veneta innamorata di Napoli: "Mi avete fatto sentire a casa. Scudetto? Dico..."

Scritto da Francesco Manno in Interviste11 AGO 2017 ORE 16:42

"Parto. Non dimenticherò nè la via Toledo nè tutti gli altri quartieri di Napoli; ai miei occhi è, senza nessun paragone, la città più bella dell'universo". Stendhal aveva appena lasciato quella che era allora la capitale borbonica dello Stato più importante e ricco della penisola italica, la città che rivaleggiava con la capitale francese: "In Europa ci sono due capitali: Parigi e Napoli". Era l'anno 1817. Trenta anni prima il Gran Tour portò a Napoli anche Goethe che, come il collega francese, utilizzò parole particolarmente belle per descrivere Napoli: "Da quanto si dica, si narri, o si dipinga, Napoli supera tutto: la riva, la baia, il golfo, il Vesuvio, la città, le vicine campagne, i castelli, le passeggiate... Io scuso tutti coloro ai quali la vista di Napoli fa perdere i sensi!". Valeria Genova, trentaduenne di Treviso, prima di giungere in Campania, era piena di pregiudizi: "Quando nel 2015 ho saputo che avrei dovuto seguire mio marito a Napoli mi sono messa a piangere - racconta -. Avevo paura. Dico solo che mia nonna mi ha salutata con queste parole: 'Stai attenta ai proiettili volanti'". Adesso per lei è venuto il momento di lasciare il capoluogo campano e ha scritto un addio su Facebook così pieno d'amore per la città da essere diventato virale, con innumerevoli condivisioni. La redazione di AreaNapoli.it l'ha contattata affinchè raccontasse la sua esperienza.

Ho letto - come altre decine e decine di migliaia di persone - il tuo post su Napoli. Hai un aneddoto da raccontarmi? Un ricordo particolare legato alla tua permanenza a Napoli

"Ho tanti ricordi! Uno dei più belli appena arrivata: non conoscevo nessuno e una mamma dell'asilo dove avevo appena iscritto mia figlia creò un gruppo WhatsApp con altre quattro mamme per presentarmi; successivamente organizzò una piccola festa a casa sua...e da lì non sono più stata sola!".

Sai che anche Pepe Reina ti ha fatto i complimenti per quello che hai scritto?

"Stavo facendo una diretta e molte persone hanno iniziato a dirmi "guarda che Pepe Reina ha condiviso il tuo post". Beh, è stato emozionante, soprattutto perchè anche lui straniero che vive a Napoli si è ritrovato in quello che ho scritto!".

Sei stata premiata dal sindaco De Magistris a Palazzo San Giacomo. Che esperienza è stata per te?

"Un'esperienza strana! Un 'premio' così improvviso per un post su Facebook mi ha lusingato, ma anche stordito! È piena di persone Napoli che meriterebbero non una, ma cento medaglie!".

Segui il calcio?

"Sì, sono tifosa...! Ma non sfegatata".

E allora giochiamo un po'. Ritieni che possa essere l'anno del Napoli? Qual è la tua griglia Scudetto?

"La mia griglia Scudetto?! Caspita che responsabilità! Dico solo le squadre poi l'ordine vedete voi...Napoli, Juventus e Milan".

A quali luoghi di Napoli senti di essere più legata?

"A Spaccanapoli sicuramente per poi passare al Parco sommerso della Gaiola e sicuramente al parco archeologico di Cuma".

Un tuo messaggio ai lettori di AreaNapoli e, in generale, a tutti i napoletani

"Uè uè site dint' 'o core (scrivetelo voi bene ahahahahaha)".

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA

Potrebbe interessarti anche...
Ultime da SKY Sport
Seguici su Facebook per commentare le notizie