ESCLUSIVA - Coppola: "Il Napoli può battere la Juve. Mercato? Tre acquisti per lo Scudetto"

Scritto da Francesco Manno in Interviste4 APR 2017 ORE 16:01

Il Napoli tornerà in campo già domani sera per la semifinale di ritorno di Coppa Italia contro la Juventus di Massimiliano Allegri. La redazione di AreaNapoli.it ha contattato il giornalista della RAI e vice presidente nazionale dell'USSI, Gianfranco Coppola a margine della presentazione della conferenza stampa del Giro della Campania in Rosa, evento che si è tenuto nella Sala Meeting di McArthurHlen La Reggia Designer Outlet.

Napoli-Juventus è finita 1-1, un punto perso oppure due guadagnati per gli azzurri?

"Giocare contro la Juventus è sempre complicato. Il Napoli ci ha provato, ha sofferto un po' all'inizio. I tre centrocampisti del Napoli spesso si imbattevano nei cinque giganti bianconeri. Non è stato il solito bel Napoli, i partenopei non avevano soluzioni alternative aeree, potevano giocare solo in velocità. La Juventus non bada al bel gioco, penso ad Asamoah che più volte ha sparacchiato lontano il pallone per evitare guai. Il fine giustifica i mezzi...".

La Lazio si è portata a meno quattro dal Napoli. La compagine di Sarri dovrà guardarsi anche indietro?

"Penso di no. Il Napoli chiuderà al terzo posto, anche se non deve perdere la speranza di raggiungere la Roma. La Juventus è una squadra spietata. Un collega, quando ero al Guerin Sportivo, coniò una nuova definizione per la Juventus che ora faccio mia: "La signora omicidi". I bianconeri sono spietati, non ti lasciano scampo...".

E domani la Juventus sarà nuovamente al San Paolo. Quante possibilità ha il Napoli di superare il turno ed accedere alla finale di Coppa Italia?

"Sarà una partita tatticamente diversa. Rientreranno Dybala e Cuadrado nella Juventus, i bianconeri saranno dotati di maggiore estro e fantasia. Nel Napoli tornerà Ghoulam a sinistra e ci saranno diverse novità a centrocampo. La gara è aperta e sono obiettivo: il Napoli può superare il turno!".

Un suo giudizio su Maurizio Sarri

"Cominciamo a dire che Sarri è un allenatore che insegna calcio e migliora i calciatori che ha a disposizione. Deve tuttavia migliorare nella fase difensiva che, al momento, costituisce il tallone d'Achille del Napoli".

Cosa fare per ridurre il gap con la Juventus?

"Bisogna investire. Occorre un portiere nuovo, un centrale difensivo ed un forte centrocampista. Con questi tre acquisti sarebbe un Napoli sempre più forte e competitivo, in grado di lottare per lo Scudetto".

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA

Seguici su Facebook per commentare le notizie