Cairo contro Ventura: "Sembrava un ospite, non lo riconosco. Belotti? Un solo pensiero"

Scritto da Redazione in Interviste14 NOV 2017 ORE 20:09

Urbano Cairo, presidente del Torino, ha spesso difeso il suo ex allenatore, Giampiero Ventura, ma dopo l'inaspettata mancata qualificazione dell'Italia ai Mondiali, non ha lesinato critiche anche al CT: "Non ho visto il Ventura che conoscevo, come ct mi è sembrato più un ospite che vero e proprio selezionatore. Forse è più un allenatore da squadra di club che da Nazionale. Come ct ha avuto i giocatori per poco tempo a disposizione. Anche ieri non si è visto il vero Ventura: con giocatori alti due metri, giocare tutte le palle alte significa sbattere su un muro. È il contrario di ciò che andava fatto. Il calcio italiano ha fatto male nelle ultime due edizioni dei Mondiali, e ora è il tempo di pensare a una rifondazione globale, a partire dalle radici. Non voglio entrare nel merito delle dimissioni di Tavecchio, ma è di importanza notevolissima il fatto che non siamo entrati al Mondiale dopo 60 anni. Belotti in lacrime? Un solo pensiero: il suo Mondiale sarà il campionato".

Potrebbe interessarti
Seguici su Facebook per commentare le notizie