Russo ad AreaNapoli: "Feyenoord da non sottovalutare. Il City ha battuto il Benevento della Premier"

Scritto da Francesco Manno in Coppe25 SET 2017 ORE 20:45

Il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri, ha parlato alla vigilia del match di Champions League degli azzurri contro il Feyenoord. Ma che caratteristiche ha il prossimo avversario dei partenopei? Per saperne di più la redazione di AreaNapoli.it ha contattato Michelle Russo, esperta di calcio internazionale. Ecco le sue parole:"Il Feyenoord in questo turno ha giocato in casa contro il più modesto NAC Breda e clamorosamente esce sconfitto per 0-2 da questa sfida. Cominciamo col dire che mai come questa volta il risultato è bugiardo. Infatti, il prossimo avversario del Napoli in Champions, ha fatto un vero e proprio tiro a segno verso la porta avversaria (20 tiri totali contro solo i 6 del NAC). Purtroppo però è mancata la precisione sotto porta, vista anche l'assenza per infortunio del bomber Jorgensen. Il pallino del gioco è sempre stato in mano al Feyenoord che ha addirittura chiuso il match con un possesso palla del 73% contro il 27% dei vincitori. La partita si accende al 33esimo quando dopo un batti e ribatti in area il Breda passa in vantaggio con Korte. Gli stessi ospiti reclamano un calcio di rigore (non assegnato) al 45esimo per una spinta di Amrabat. Il Feyenoord ha la possibilità di pareggiare su rigore al 73esimo quando Kramer tira ma il portiere intercetta la traiettoria e para. Proprio quando la squadra di casa era tutta in avanti alla ricerca del pareggio, arriva la beffa dello 0-2. Il portiere Jones si rende protagonista di una papera alla "Mai dire goal" e su un controllo errato serve il neo entrato Enevoldsen che sigla il raddoppio. La squadra di Van Bronckhorst viene sconfitta tra le mure amiche per due episodi, immeritatamente. Tra i singoli da segnalare il solito Vilhena, tra i più ispirati in fase propositiva e il centrocampista Amrabat, che usa poco la tecnica e molto il fisico ed ha commesso diversi interventi al limite del regolamento, come in occasione del rigore reclamato dal Breda".

Il City, invece, continua a vincere in Inghilterra

"Oltremanica abbiamo assistito all'ennesima goleada del Manchester City. Finisce infatti 5-0 lo scontro con il Crystal Palace di Roy Hodgson appena subentrato a De Boer. La squadra di Guardiola pare aver finalmente assimilato i dettami tattici del tecnico e gioca un calcio veramente spettacolare. Dopo il quasi vantaggio per un palo colpito con un retropassaggio sciagurato di Sakho, ci pensa Sanè al 44esimo a sbloccare il match per il City. Il tedesco è letteralmente scatenato e nel secondo tempo è suo l'assist per il raddoppio di Sterling al 51esimo, che sigla la sua doppietta personale dopo otto minuti su assist di Aguero. Il City dilaga nel finale con il goal del Kun al 79esimo e a 1 minuto dal termine Delph pesca dal cilindro una magia da fuori area che si stampa nell'angolino sotto l'incrocio dei pali e che sancisce la manita. Anche in questa partita trovare indicazioni utili in vista della sfida col Napoli non è facile poichè il Crystal Palace è un po' il Benevento della Premier League. Intendiamoci, la similitudine sta solo nell'ultimo posto con 0 punti in classifica. Ma nonostante giocatori di livello come Sakho e Bentekè, in 6 partite hanno collezionato altrettante sconfitte con nessuna rete segnata. Per questo motivo il match è stato poco probante per i Citizens, ciò è sottolineato anche dal possesso palla schiacciante (72%) e nei tiri nello specchio (25 a 5). In dettaglio: Stones in difesa nel primo tempo non è sembrato impeccabile, nonostante gli sterili attacchi avversari. Nota di merito per tutti i giocatori offensivi di Guardiola che dialogano alla perfezione tra di loro. Sanè imprendibile. Aguero che fa molto lavoro sporco e apre spazi per gli esterni che puntualmente puniscono gli avversari".

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA