Pane e pallone, il Napoli lo ha blindato dal Liverpool. Sarà lui il prossimo gioiello di De Laurentiis?

Scritto da Redazione in Campionato4 DIC 2017 ORE 11:01

Tratto da promessedelcalcio.blogspot.it: Cresciuto a pane e pallone, il giocatore del Napoli Primavera classe 2000 Gianluca Gaetano, ha intrapreso la stessa strada del fratello maggiore Felice (classe 1996), che dopo aver lasciato il Napoli ha trovato stabilità nell'Aversa Normanna, in Serie D. Un talento - quello di Gianluca - che è oramai salito alla ribalta come nuovo patrimonio dei partenopei essendo, senza paura di sbilanciarci, la punta di diamante del settore giovanile azzurro.

"Qualità" è la prima parola che viene in mente pensando a questo ragazzo. Non parliamo però di una qualità "settoriale", perchè Gaetano spicca per tecnica, classe, visione e fiuto del gol. Con il pallone tra i piedi dà il meglio di sè (da vedere e rivedere l'ultimo gol contro l'Atalanta, in fondo all'articolo). Vuoi per tentare il dribbling, vuoi per servire i compagni, oppure per tentare l'azione personale. Il tempo, com'è normale che sia, gli ha permesso di migliorare nella scelta della giocata, segno di crescita sotto l'aspetto mentale, fondamentale a quest'età. I numeri sono da prima punta: 32 reti con l'U17 in 2 stagioni, prima del definitivo salto in Primavera, dove i gol sono arrivati in misura minore dato l'arretramento della posizione in campo (con l'U17 ha spesso ricoperto il ruolo di terminale offensivo).

L'altra grande qualità di Gianluca è la capacità di adattarsi in diverse zone del campo: mezz'ala, centrocampista centrale, ala d'attacco, trequartista, seconda punta e centravanti. Ma attualmente, il ruolo a lui più congeniale è però quello di trequartista, ovviamente con quella maglia numero 10 sulla schiena. Ed è proprio questa la collocazione che gli ha cucito addosso Loris Beoni, tecnico della Primavera del Napoli dopo l'esonero di Saurini. L'allenatore ha avuto ragione, dato che dal 19 ottobre scorso, giorno della sua nomina, Gaetano ha trovato la rete 3 volte in altrettante partite di campionato.

Le qualità di questo ragazzo non sono passate inosservate nemmeno agli occhi dei selezionatori delle rappresentative giovanili italiane. Sono arrivate convocazioni e presenze con l'U15, U16 e U17. In giorni come questi, dove l'eliminazione dal playoff mondiale contro la Svezia ha fatto realmente capire l'importanza di dare nuova linfa vitale al nostro calcio, quello di Gaetano è un profilo che sicuramente va visionato monitorato di giorno in giorno. Il reale obiettivo di Gianluca Gaetano e del Napoli è quello di approdare al più presto in Prima squadra e la stessa società di De Laurentis ha mostrato di credere molto in lui, blindandolo in seguito alle prime avances del Liverpool. Dopo l'esplosione di Lorenzo Insigne potrebbe essere proprio lui il prossimo napoletano ad abbracciare il calore del San Paolo.