"Ci fa perdere molti punti". Ora tutti fratelli e fan del "pelato", ma fino a quando? Due casi in uno

Scritto da Redazione in Campionato11 SET 2017 ORE 17:23

In origine, quando arrivò nel 2013, Pepe Reina era considerato uno dei migliori portieri mai approdati a Napoli. Dopo una prima stagione di ottimo livello, pur con qualche errore, il portiere spagnolo decise di andare al Bayern Monaco per fare il secondo di Neuer a suon di milioni. Non giocò praticamente mai nella fredda Germania. Intanto Benitez, suo mentore che lo volle in azzurro, doveva ripiegare su Rafael. Poi il "pelato" spagnolo decise di tornare nuovamente in riva al Golfo. Qualche schermaglia con De Laurentiis poi tanti sorrisi e la prima ottima annata con il neo tecnico Sarri. Lo scorso anno, invece, il secondo alle dipendenze del tecnico toscano, nonostante tanti interventi importanti, molti opionionisti e tifosi lo hanno criticato per qualche gaffe di troppo: "Ha fatto perdere tanti punti al Napoli". Naturalmente una esagerazione che ha generato altre incomprensioni fino alla cena di fine anno in cui De Laurentiis lo pungolò per presunti stili di vita poco consoni per un atleta suscitando l'ira della moglie di Pepe. Quello che è accaduto in estate, invece, è storia nota: rinnovo mancato, polemiche, il PSG sullo sfondo e le prime partite in cui ha sfoggiato grande sicurezza. Come ieri sera: due super parate e tanti complimenti da tutti gli addetti ai lavori. Tifosi compresi, naturalmente, che ora sembrano essere tutti fratelli e fan di Reina. Ma fino a quando durerà l'idillio? Alla prima papera ci sarà nuovamente il fuggi-fuggi generale? Reina e Hamsik sono due facce della stessa medaglia, due casi in uno. Anche il capitano è ingiustamente nel mirino di tanti soloni e criticoni. Ma vanno tutelati. A buon intenditor poche parole...

Potrebbe interessarti
Seguici su Facebook per commentare le notizie