PedullÓ: "Il rinnovo di Sarri non Ŕ scontato. Il tecnico ha altri pensieri per la testa"

Scritto da Redazione in Calciomercato13 GEN 2018 ORE 02:09

Tramite il proprio sito il giornalista di Sportitalia Alfredo PedullÓ ha fatto il punto sul futuro di Maurizio Sarri. "Maurizio Sarri ha fatto un lavoro straordinario a Napoli. Gioco, risultati, continuitÓ, valorizzazione del "famoso magazzino". Quando arriv˛ c'erano forti perplessitÓ su Ghoulam, Koulibaly e Jorginho, se il Napoli li mettesse ora sul mercato farebbe le fiamme. Ecco perchŔ sarebbe stato opportuno evitare la clausola da otto milioni, una tentazione per tutti da febbraio a maggio prossimi. Per tutti chi? Per quei club destinati a cambiare guida in panchina. Per esempio il Chelsea, situazione giÓ segnalata, che difficilmente ripartirÓ da Conte, malgrado il contratto. Sarri Ŕ un profilo che stuzzica, ma fin qui nulla di concreto. Come in passato, prima del rinnovo, parlammo di Psg, dove oggi Emery sarebbe certo di restare in caso di vittoria della Champions. Ora De Laurentiis vuole liberarsi di quella clausola, ma l'allenatore non ci sente. Come minimo rinvia la pratica di qualche mese. Non perchŔ stia pensando al mercato, ma soprattutto perchŔ ora gli interessa completare il suo lavoro e inseguire un sogno. PerchŔ vincere lo scudetto al cospetto di questa Juve sarebbe quasi un miracolo calcistico".

"Oltretutto se ragionasse in modo egoistico non avrebbe trascurato l'aspetto economico: guadagna la metÓ di quanto guadagnava Montella al Milan, abbiamo detto tutto. Alla luce del suo lavoro, gli avrebbero dovuto garantire un ingaggio almeno tre volte superiore a quello attuale da circa 1,4 milioni (bonus esclusi). Ecco perchŔ dare per scontato un rinnovo, oggi, Ŕ pura immaginazione. Con una clausola presto in vigore pu˛ esistere la volontÓ di De Laurentiis che di sicuro gli riconosce il grande lavoro, con la profonda partecipazione di Giuntoli, anche in termini di enorme attivo di bilancio. Ma i prolungamenti si fanno in due. E almeno oggi Sarri ha altri pensieri in testa. Uno su tutti: fare in modo che il Napoli ottenga quell'agognato obiettivo".

Leggi anche