Fassone lanciò l'allarme, la Juve è pronta a strappare un calciatore al Milan: affare da 30 mln

Scritto da Redazione in Calciomercato13 NOV 2017 ORE 18:27

Dalla BBC alla RRC? Da tempo Rugani, Romagnoli e Caldara sono gli eredi designati di Barzagli, Bonucci e Chiellini in Nazionale, ma la successione potrebbe allargarsi alla Juventus. Dove uno dei tre gioca già, Rugani, e un altro giocherà di certo, Caldara. Manca Romagnoli e chissà che il prossimo mercato non offra l’occasione giusta. «Se non ci qualificheremo alla Champions cederemo uno o due top player», disse l’amministratore delegato del Milan, Marco Fassone, lanciando l'allarme. Il club rossonero - scrive Tuttosport - spera che la risposta in arrivo dall’Uefa sul voluntary agreement per il rientro dalle spese fatte nell’ultima campagna acquisti non renda così tassativo l’approdo in Champions, ma difficilmente il responso sarà così roseo. Senza quarto posto sarà dunque probabile il ricorso a cessioni pesanti e i papabili sono tre: Donnarumma, Romagnoli e Suso. Pagato 25 milioni nel 2015, nel 2018 Romagnoli figurerà a bilancio per 10: già 30 milioni rappresenterebbero una buona plusvalenza per i rossoneri (considerato anche il contratto in scadenza nel 2020) e un esborso tutt’altro che improponibile per la Juventus, che oltre ad assicurarsi un difensore giovane e di valore andrebbe anche a rafforzare la componente italiana della rosa. Obiettivo perfetto, dunque.

Potrebbe interessarti
Seguici su Facebook per commentare le notizie