ESCLUSIVA - Occasione Widmer. L'Udinese può cederlo già a gennaio

Scritto da Redazione in Calciomercato11 NOV 2017 ORE 12:28

Una cifra non lontana dai 10 milioni: è questo l'ammontare che il Napoli spera di spendere a gennaio per rafforzare i propri esterni difensivi. Inizialmente si puntava su un mancino, alla luce dell'infortunio di Faouzi Ghoulam, poi si è pensato di virare su un calciatore capace, all'occorrenza, di giocare su entrambi i lati. A giugno Christian Maggio dovrebbe salutare il club azzurro andando via a scadenza: a quel punto, servirà un sostituto anche per l'ex Samp. Per questo, la dirigenza ha iniziato a guardarsi attorno e, ad oggi, non esclude di anticipare all'inverno l'arrivo di un destrorso. Il nome in cima alla lista resta Sime Vrsaljko, per il quale occorre però investire non meno di 18 milioni: il Napoli non vuole spingersi così in alto. Cristiano Giuntoli non lascia nulla al caso e, pur tentando di chiudere per il croato giocando a ribasso (operazione difficile), in attesa di capire i reali tempi di recupero di Ghoulam e la crescita di Mario Rui, valuta con Maurizio Sarri un'alternanza tra il portoghese ad Elseid Hysaj a sinistra, con l'idea di inserire in rosa un rinforzo dal lato opposto che conosca il campionato italiano. In tal senso, resta ancora viva l'ipotesi Silvan Widmer, seppur non rappresenti la prima scelta della società partenopea.

L'OCCASIONE - Per 10-11 milioni Giuntoli sa di poter portare a casa, già a gennaio, Silvan Widmer. Bisogna solo farsi avanti. Lo svizzero è un profilo noto e che resta sullo sfondo: discreto esterno di spinta, abituato a giocare perlopiù a destra, ha anni di esperienza in Nazionale e in Italia. I Pozzo lo considerano sacrificabile: in Friuli ha fatto il suo tempo e potrebbe partire anche in inverno, se arrivasse un'offerta ufficiale. Spodestato da Larsen in questo inizio di stagione, Delneri stava pensando di avanzare il suo raggio d'azione così da creare un "treno" di destra in sovrapposizione col danese. Dopo il ridimensionamento dello staff medico, però, diversi giocatori, compresi Widmer e Behrami, stanno accusando acciacchi di natura muscolare. Il terzino è in ripresa, non ha risposto alla chiamata della Nazionale ma è dato per titolare nelle amichevoli da disputare durante la sosta. L'Udinese può sacrificare uno dei suoi "big" a gennaio, Widmer è il nome giusto su cui puntare per chi cerca un terzino.

LE SMENTITE - Solo una boutade, invece, quella relativa ad un presunto interessamento del Napoli per Ali Adnan: voce accolta con sorpresa dagli ambienti vicini all'Udinese, dal momento che, da due anni a questa parte, l'iracheno fatica ad affermarsi in Serie A. Sta giocando maggiormente, è vero, ma solo perchè l'allenatore lo preferisce, per fisicità, al più talentuoso e giovane Pezzella. Il brasiliano Samir, altro nome più volte avvicinato al Napoli, non rientra negli obiettivi immediati. "Finalmente", Delneri si è accorto che rende maggiormente da centrale, ruolo nel quale non lo "vedeva" perchè non altissimo. Il club partenopeo apprezza Jakub Jankto, ma il suo agente (lo stesso di Vrsaljko, ndr) lavora soprattutto per portarlo all'estero. Il centrocampista ceco sogna la Premier League: sondaggi in estate, tutto rimandato a fine stagione. Il ragazzo spinge per una cessione ed il suo atteggiamento non sta facendo fare "i salti di gioia" alla famiglia Pozzo, abituata a vendere i propri gioielli solo dopo diversi anni di permanenza in Friuli. Stesso dicasi per Seko Fofana: il suo entourage è in contatto con club turchi per proporlo all'insaputa dell'Udinese. In entrata, serve un portiere: Simone Scuffet non sta convincendo. Peregrina l'idea di poter vedere in bianconero Arek Milik, che preferirebbe restare a Napoli o andare in una piazza maggiore.

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA

Potrebbe interessarti
Seguici su Facebook per commentare le notizie