ESCLUSIVA - Grimaldo-Napoli, non è ancora fatta. Contatti per Caricol, doppio intreccio con Manchester

Scritto da Gianluca Vitale in Calciomercato27 GEN 2018 ORE 20:51

"Non dire gatto finchè non ce l'hai nel sacco". Nel calciomercato, come in qualsiasi altra contrattazione in genere, prima di poter pronunciare la parola fine serve il nero su bianco. O, quantomeno, una stretta di mano, un accordo che sia se non altro "verbale". Quello che, fino ad ora, non si è ancora verificato. In molti si sbilanciano sull'affare Alejandro Grimaldo al Napoli, eppure nei mesi scorsi c'era chi parlava di partita già chiusa da tempo, salvo poi rivedere certe posizioni. Sulla questione legata al terzino spagnolo vanno fatte delle opportune precisazioni. Perchè l'ultimo capitolo di questa storia non è stato ancora scritto.

DOMANDA E OFFERTA - Il viaggio di Cristiano Giuntoli in Portogallo c'è stato, sì, ma non è risultato conclusivo. In quel di Lisbona, si è parlato di tante cose, pure con Jorge Mendes. Per Grimaldo, si è ridiscusso con l'entourage: piace - e parecchio - ma col Benfica manca l'accordo. Come successo con Amin Younes e l'Ajax, anche per l'ex Barcellona si procede per via indiretta. La situazione è leggermente diversa, giacchè non parliamo di un calciatore in scadenza, ma la trattativa prosegue in maniera analoga: i procuratori sono i primi a spingere per il trasferimento. La voglia di Napoli c'è tutta e potrebbe fare la differenza; per riuscirci, però, bisogna che il Benfica accetti le condizioni del Napoli, cosa che ancora non è avvenuta, o che il Napoli faccia un passo in avanti. Gli agenti del ragazzo si fanno portavoce, proprio come quelli di Younes, dell'offerta partenopea e trattano personalmente col club lusitano affinchè cali le pretese. Vi abbiamo già raccontato che i biancorossi vogliono 32 milioni, magari anche con qualche bonus aggiuntivo. 30 più vari bonus più "corposi", se necessario, ma non di meno: perchè il Barcellona vanta dei diritti sulla rivendita e in Portogallo non intendono perderci troppo. Il Napoli, dal canto suo, ne offre al massimo 28 più 2: è convinto di avere il coltello dalla parte del manico. Grimaldo ha richieste, ma sta mantenendo la "parola" presa col Napoli: ha ribadito che vuole vestire la maglia azzurra. Siamo ancora a gennaio. La trattativa continua.

LE ALTERNATIVE - Se da un lato le due società puntano a rinforzare le rispettive posizioni non concedendo sconti o rilanci, dall'altro Cristiano Giuntoli non resta con le mani in mano e valuta diverse opzioni. Il Napoli, in parole semplici, pensa sia meglio non lasciare niente di intentato con i vari calciatori che ha adocchiato nel ruolo di terzino, alla luce di una situazione, quella di Grimaldo, che potrebbe tardare a sbloccarsi. Di recente, ad esempio, si sono registrati nuovi contatti con l'entourage di Aaròn Martìn Caricol, forte classe '97 dell'Espanyol monitorato da inizio stagione. Il gradimento tecnico c'è, come ripetuto all'intermediario, ma parliamo di un ragazzo giovane e appena esploso, del quale verrà ulteriormente seguita la crescita: rappresenta ancora un'idea, ma solo come alternativa a Grimaldo. Su Caricol, e il Napoli lo sa, è vigile il Manchester United, che sta valutando l'idea di acquistarlo insieme a Faouzi Ghoulam al posto di Daley Blind e Matteo Darmian. Quest'ultimo piace da tempo ai partenopei (che sperano in Jorge Mendes come "mediatore"), ma ha uno stipendio molto elevato ed è cercato da tutte le big italiane. Insomma, non dire gatto finchè non ce l'hai nel sacco. Le vicende Alejandro Berenguer e Simone Verdi ce lo ricordano.

Consigliati dal Web