CRC - Sarri vuole un rinnovo alla Mertens! Retroscena Atletico-Roma, club di A in agguato

Scritto da Redazione in Calciomercato11 SET 2017 ORE 13:56

"Se qualcuno pagasse 8 milioni, Maurizio Sarri potrebbe svincolarsi in modo unilaterale . Se a rescindere dovesse essere il Napoli, basterebbe mezzo milione. Da giugno, invece, parte un rinnovo biennale automatico. La clausola scade il 31 maggio. Prima di quella data, il mister e il Napoli dovranno guardarsi negli occhi per decidere il da farsi. Il mister è lusingato dagli apprezzamenti che gli arrivano dal mondo del calcio. In estate ha rispedito al mittente diverse offerte. Corteggiamento importante, reale e certificato dalla Roma: Baldini lo voleva prima di prendere Di Francesco. Come era vero il corteggiamento dello Zenit, su cui abbiamo conferme: prima di Mancini, fu contattato Sarri, a cui fu promesso un contratto molto importante. Chiacchiericcio con l'Atletico Madrid: la dirigenza, parlando con degli intermediari, ha elogiato il mister prima del rinnovo di Simeone. Complimenti sono stati esternati al tecnico anche in occasione del quadrangolare di Monaco. In Inghilterra si parla del West Ham: mi risulta che lo stimi molto, ma non ci siano stati contatti. Sarri può piacere anche in Italia. Cinque grandi club sono vicini tra loro: Juve, Inter, Milan, Napoli e Roma. Uno di loro resterà delusa e non andrà in Champions. Qualcuno potrebbe cambiare allenatore. Una o due big di A potrebbero guardare a Sarri, vista una clausola che sembra obiettivamente bassa. Con quei soldi lì, infatti, compri al massimo un discreto difensore: meglio spenderli per il migliore allenatore. Quanto allo stipendio, Sarri chiederebbe una cifra importante, ma mai 6-7 milioni: si 'accontenterebbe' anche di circa 4 a stagione. Il Napoli lo sa benissimo. Servirà un rinnovo alla Mertens o Insigne: per meno di 3,5-4 milioni, non resta a Napoli". Lo ha riferito Ciro Venerato per Radio CRC nel corso del so consueto aggiornamento di calciomercato durante la trasmissione Si gonfia la rete.

Potrebbe interessarti
Seguici su Facebook per commentare le notizie